il logo è importante

(questo è come quell’altro, ma più dettagliato)

Io ci metto la buona volontà, e il costume.

Infilo tutto nello zainetto marrone col logo dei Duri&Puri, che fa tanto figo, ed esco fiduciosa.

Il lunedì in teoria finirei di fare lezione a mezzogiorno, potrei  fiondarmi in piscina, nuotare controllando compulsivamente l’orologio – che non trovo più, da quando non più il disordine ma il casino più nero domina le mie giornate – ed arrivare più o meno asciutta, anche se digiuna, al corso CLIL che inizia molto altrove alle 14:30 (fino alle 18:30, in tempo per tornare a casa, preparare la cena, e rimettersi al lavoro per le cinque ore di lezione del giorno dopo).

Potrei, se non ne succedesse ogni volta una. Ieri era una mamma che, avvisata dalla figliola che il compito era andato male, mi ha aspettato per “concordare strategie di recupero”. Quando la mia ora di nuoto scende sotto i quaranta minuti, perdo le speranze.

Perdo le speranze, e lascio lo zainetto marrone, quello colo logo dei Duri&Puri, davanti alla porta di casa.

Così il giorno dopo di nuovo esco con il casco, lo zainetto nero con le cose di scuola (tablet, calcolatrici, pacchi di compiti e relazioni che non entrano nel misero cassettino che ho a scuola, materiale di uso comune che comunemente uso in classe), lo zainetto marrone col logo dei Duri&Puri, e la borsa piccola che mi sembrava un’idea così geniale. Nella borsa piccola metto gli occhiali, i soldi, la patente, il badge e una mela di emergenza.

Il giorno dopo, il martedì, in teoria potrei uscire da scuola alle 13:00. Potrei andare in piscina in tempo per essere alle 15:00 all’altra scuola tal dei tali dove si fa l’esperimento serio. Se la campanella non suonasse regolarmente alle 13:10. Se non entrassero a chiamarmi n persone per ricordarmi che il Grande Capo mi vuole parlare. Se non dovessi fermarmi a parlare con il Grande Capo, e poi fare la pipì che ormai sono sei ore, e poi passare dal direttore che bisogna organizzare la partenza, e poi stampare le schede per l’indomani alla prima ora.

E così, mi dico, pazienza per la piscina, anche per oggi. Vorrà dire che ne approfitto per fare la spesa. Esco, salgo sul motorino, parto.

E però tutto ‘sto vento…

Non ho il casco!

Posteggio, torno indietro a scuola a prenderlo. La bidella mi ferma e mi consegna un pacco di libri lasciati dai rappresentanti (Non li lasci a scuola, professore’, non si sa mai).

A quel punto, ho due zainetti, la borsa, il casco, e il pacco di libri.

Arrivo al supermercato, lascio nel bauletto del motorino i libri, e la borsa. Faccio la spesa. Quando devo pagare realizzo che la borsa è rimasta nel bauletto del motorino, mollo tutto lì alla cassa, vado a prendermi la borsa, torno indietro, la apro.  E i soldi non ci sono.

Il portafoglio si è smaterializzato, per rimaterializzarsi dentro lo zainetto nero.

Pago, porto la spesa a casa ed esco di nuovo, lasciando fiduciosa lo zainetto marrone col logo bla bla bla vicino alla porta.

Ora, finalmente, mi appresto a smaltire la pila da stirare di oggi mentre preparo la cena.

Dopo, ho la pila di compiti da correggere che mi aspetta.

E domani ho tempo dalle 13:00 alle 15:30 per uscire la scuola, andare in piscina, nuotare, asciugarmi, e farmi quindici km di traffico romano fino all’università lontana.

La cosa più difficile, al solito, sarà uscire da scuola.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in iononsocomebloggo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

5 risposte a il logo è importante

  1. bianconerogrigio ha detto:

    Dopo aver letto il resoconto della tua giornata devo riposarmi almeno una settimana. 🙂

  2. ellegio ha detto:

    Eh. Io mi stanco ogni giorno solo a pensare cosa devo fare il giorno dopo 🙂

  3. patriziavioli ha detto:

    I love you ❤ un amore lontano che spero però sia di supporto!
    Anche a me succede tutti i giorni che qualcosa si intrecci, come un erba cattiva, con qualcos'altro così i piani di fare stare tutto in quell'ora-ora e mezza va all'aria.
    (O a puttane come 3 milioni di italiani !) -dice Repubblica

  4. patriziavioli ha detto:

    “vanno all’aria”- sorry

  5. 'povna ha detto:

    Io vorrei sapere quale è il logo…

I commenti sono chiusi.