Lo spettro del Natale passato

Natale2

Son qui, al circolo ufficiali, al posto di combattimento, insomma qui alla scrivania, con gli ultimi due pacchi da correggere e i voti per gli scrutini ancora tutti da registrare – ce la farò entro oggi ?  e una specie di kimono imbottito che mi regalò mio fratello anni fa e che in questa casa è utilissimo. Se c’è qualcosa di cui non mi devo sentire in colpa, almeno quello, è di tenere accesi i riscaldamenti in casa da stare in maglietta di cotone a dicembre (avete presenti certi vegani salutisti che sparano  CO2 a manetta, sì?). Vabbè che non potrei, per cui è un non-senso di colpa di poca soddisfazione, ma insomma.

Dopo tre mesi a tappe forzate, in cui sono riuscita, malamente, a tenere insieme una famiglia, un ptof, un dipartimento, un corso di formazione molto divertente, una maratona di coding, un viaggio oltre confine con venticinque virgulti di cui metà sconosciuti, cinquecentodieci compiti/relazioni/varie da correggere (le ultime cinquanta le ho qui davanti a me)  mi sono offerta di preparare il pranzo di Natale per tutta la famiglia.

Mi ci sono voluti una serata passata a costruire un robottino col figlio, un cinema e quindici km di corsa per archiviare le acidità della cognata, ma ne sono fuori.

Il potere della Forza.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

11 risposte a Lo spettro del Natale passato

  1. ogginientedinuovo ha detto:

    Eh! La famiglia… è sempre un piacere, nevvero?!
    Comunque, buon anno! Che la Forza continui ad essere con te 🙂

  2. Non ho esperienza, per mia fortuna, di riunioni familiari “obbligate” e tensioni di questo genere, sto cominciando a provare una certa compassione per le persone acide, che evidentemente sono piuttosto fragili, oltre che infelici. A volte per sopportarle ci vuole davvero la Forza, ma se abbiamo fiducia, quella si risveglia sempre 🙂

    • ellegio ha detto:

      In realtà le tensioni sono minime, data la frequenza di rapporti. Gli acidi non so se sono fragili e/o infelici, chissà 🙂

      • Chissà… certo non li ho mai visti come persone felici, ma forse è una mia idea, magari loro stanno bene così… meno male che almeno non hai bisogno di avere rapporti frequenti… 🙂

  3. patriziavioli ha detto:

    Brava! (come sempre) Qui a Milano l’aria è così schifosa che non posso correre (complimenti per i 15km) quindi non potendo correre ho dato buca alla mia di cognata 🙂
    Happy New Year!

  4. Aliceland ha detto:

    Ce la farai! Sono sicura.
    O. T. Era proprio l’asso della Prima Guerra Mondiale che era un gran piantagrane (quello che ho citato l’altra volta)… Hehehe!!!! 😍

  5. 'povna ha detto:

    Intanto buon anno, poi, se ho ben inteso, mi dici di Star Wars che ne pensasti? Infine, facciamo un confronto Ptof prima del 15?

    • ellegio ha detto:

      Intanto, buon anno anche a te.
      Di Star Wars penso che non sono pentita, ma non regge il confronto con gli altri. La Rey è carina (ma la SF ha eroi donna più di carattere), ma tutto sommato mi sembra che questo episodio 7 sia solo un prologo per una nuova serie.
      Confronto Ptof ok, anche se il DS ha virato e, dopo averci spremuto per tre mesi, ha adottato la politica del ghepensimi. Come direbbe il Benza, morte.

I commenti sono chiusi.