Cita-un-libro-7, #Ioleggoperché

(Sto solo facendo brainstorming, eh. Non ho ancora deciso.) 2903-1

(ioleggoperchè)

E a lui così l’eroe languente: Achille,
Per la tua vita, per le tue ginocchia,
Per li tuoi genitori io ti scongiuro,
Deh non far che di belve io sia pastura
Alla presenza degli Achei: ti piaccia
L’oro e il bronzo accettar che il padre mio
E la mia veneranda genitrice
Ti daranno in gran copia, e tu lor rendi
Questo mio corpo, onde l’onor del rogo
Dai Teucri io m’abbia e dalle teucre donne.
Con atroce cipiglio gli rispose
Il fiero Achille: Non pregarmi, iniquo,
Non supplicarmi nè pe’ miei ginocchi
Nè pe’ miei genitor. Potessi io preso
Dal mio furore minuzzar le tue
Carni, ed io stesso, per l’immensa offesa
Che mi facesti, divorarle crude.
No, nessun la tua testa al fero morso
De’ cani involerà: nè s’anco dieci
E venti volte mi s’addoppii il prezzo
Del tuo riscatto, nè se d’altri doni
Mi si faccia promessa, nè se Príamo
A peso d’oro il corpo tuo redima,
No, mai non fia che sul funereo letto
La tua madre ti pianga. Io vo’ che tutto
Ti squarcino le belve a brano a brano.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Cita-un-libro-7, #Ioleggoperché

  1. roceresale ha detto:

    Uh, ierisera ero su Rai5 davanti a un’Iliade suggestiva. Buon brainstorming.

  2. 'povna ha detto:

    Uno più bello dell’altro, i tuoi brainstorming!

I commenti sono chiusi.