Cita-un-libro-6, #Ioleggoperché

cita6

(ioleggoperché)

Serve dire che ho ancora lavoro da fare per diverse ore, e vorrei leggere in giro e commentare come sta andando questa sesta domenica di gioco ma temo una défaillance domani – ma di quelle brutte – se non riesco a dormire un congruo numero di ore? No, ecco, non serve. Conto i giorni che mancano fino alle vacanze di Pasqua, già sapendo che andranno come andranno. Ma non potevo tirarmi indietro, no, questo no.

Aggiungo solo che i Racconti da Shakespeare di Charles e Mary Lamb sono stati tra le mie prime, e preferite, letture infantili. Storie. Macinavo storie tutto il santo giorno, quando non ero fuori a giocare.

Tolte le storie, restano le parole. E che parole, signori.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Cita-un-libro-6, #Ioleggoperché

  1. 'povna ha detto:

    Chapeau. Perché sia per quanto riguarda questa sesta puntata, sia più in generale, era un po’ che riflettevo sulla eccessiva latitanza del Bardo da questa nostra tenzone. Ma ovviamente proprio oggi postare un genere teatrale mi pareva, nonostante tutto, poco congruo con il titolo proposto di “storie” (per motivi di genere, come spiegavo da me). Ovviare alla mancanza con la riscrittura magistrale che ne hanno reso i fratelli Lamb è un modo raffinatissimo di aggirare il problema, oltre tutto rimandando alla narrazione a cornice e alla narrazione per bambini, due elementi che sempre si legano al raccontare storie.
    Grazie, come sempre.

    • ellegio ha detto:

      Quello che mi piace, ‘povna, è che io seguo il mio naso e poi tu fai sembrare tutto molto più bello 🙂

      • 'povna ha detto:

        Eh, eh, eh. È un buon riassunto per autostoppisti di quel che fa, alla fin dei conti, un critico letterario! 😉 (Lo scrittore segue il naso, l’interprete fa sembrare poi tutto a modino. Nel mezzo, se le due cose son riuscite bene, si divertono entrambi un bel po’).

  2. roceresale ha detto:

    Qui mi sento tanto gnurant. Tanto tanto.

  3. Aliceland ha detto:

    Sì, sì, Shakespeare mancava nella competizione (io l’ho citato ma non nell’ambito del Cita-un-libro). È semplicemente un autore dal quale puoi trarre qualsiasi tema, ogni verso è denso di significato 😃

  4. Pingback: #ioleggoperché (Ventinove marzo) | Suprasaturalanx

I commenti sono chiusi.