un altro mondo è possibile

– Prof, vengo alla lavagna?
– Anima bella, mica puoi chiedermelo tutti i giorni! Guardati attorno, siete ventotto.
– Ma lei non mi lascia mai parlare.
– Sai qual è il tuo problema, Golfini? Un ego ipertrofico.
– Sono modesto, e allora?
– Appunto, Golfini, appunto.

– E’ un romanzo, quello che vedo?
– No, prof, non è niente.
– Era una domanda retorica, in realtà vorrei sapere cosa stai leggendo.
– Nulla prof, io ascoltavo.
– Dai, fammi vedere.
– …
– Ma come? Altri vampiri? Ma com’è che leggete solo libri di vampiri in questa classe?
– No, anche storie d’amore in ospedale.

– Dunque, com’è quel sito con la raccolta delle note più orripilanti scritte da mano proffica?
– …
– Ecco, quello. Sentite un po’ se vi piace quella che ho appena composto.
– …
– Prof, ma la mette sul registro elettronico?
– Certo che sì, bisogna pure inaugurarlo.
– Prof, posso fare una foto?

Oh. E pensare che ho studiato tanto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a un altro mondo è possibile

  1. (per un attimo pensavo che avessi già fatto un pensiero di trasferimento per insegnare a marinaleda)

  2. musicamauro ha detto:

    se l’ego è ipertrofico sarà Golfoni, mica Golfini 😉
    cmq lui di lettere non va tanto bene, immagino

  3. bianconerogrigio ha detto:

    Certo che il selfie con la nota … 🙂

  4. ildiariodimurasaki ha detto:

    Ah, i teneri quadretti di vita scolastica… ^__^

  5. pensierini ha detto:

    Certo, che hai studiato tanto. Sei dunque perfettamente qualificata per insegnare a cotali virgulti. 🙂

  6. LaVostraProf ha detto:

    Io dovetti riassumere “Un capitano di quindici anni” che leggevo sotto il banco mentre la prof di lettere spiegava…
    Comunque, non erano vampiri 😉

    (dai, almeno un assaggio della nota…)

I commenti sono chiusi.