Fantastic beasts and where to find them

Grande successo di pubblico e di critica per il NuovoTaglio. Perfino la tipa del super, mentre imprecava contro il capo, l’universo e tutto il resto perché da quando aveva cominciato il turno non era ancora riuscita a fare pipì, si è distratta un attimo.

– Carini!

– ?

– Sì, scusi, volevo dire. Lei si è tagliata i capelli, no?

– Eh. Già.

– Stanno molto bene. Ora io però vado un attimo, tanto con le buste fa da sola…

– Sì sì, certo.

 

Il merito è tutto dell’Alessia, che ieri ci ha ricevuto, la famiglia (quasi) al completo, in un tubino nero vertiginosissimo, le lunghe gambe perfette e perfettamente abbronzate su tacchi spaziali, certe unghie da vamp esattamente della stessa tonalità di fucsia delle pareti, dei phon, dei cuscini delle poltroncine. L’Alessia per vivere si è aperta questo negozio, taglia i capelli e dirige le sue lavoranti con grande determinazione. La divisa è la stessa per tutte, ma si vede che è tagliata per lei.

Speravo che scendesse dai trampoli, giusto perché se una ha in mano i forbicioni mi piace pensare che almeno i piedi siano stabili, e in effetti sono magicamente comparsi dei sandali bassi. Fucsia, ovviamente. Tutto ‘sto fucsia mi ha così turbata che oggi ho fatto tutti gli scrutini in fucsia. Tutto bene, grazie, né morti né feriti.

L’Alessia, nel suo tubino nero, ce l’aveva con QuelliCheNonSiGuadagnanoIlPane.
– Non mi va di uscire dalla metro, capisci, e scavalcare gente buttata in mezzo alla strada tra le bottiglie di birra e la puzza di piscio. Ogni anno sono sempre di più. Ma il lavoro da fare c’è, dico io dategli una scopa e fategli pulire i marciapiedi, cose così, la cosa più brutta è stare senza fare nulla, grandi e piccoli. Io qualche bambino me lo prenderei, un piatto da dividere c’è sempre, e una possibilità nella vita la dovrebbero avere. Mandiamoli a scuola, almeno quello. Tu lo sai che in Spagna c’è un posto dove tutti guadagnano la stessa cosa, il contadino e il professore, e nessuno è disoccupato, e se ti vuoi sposare non ti serve un mutuo, perché la casa te la costruiscono i compaesani, e ognuno fa la sua parte. Vabbe’, come vuoi che te li taglio, i capelli? 1200 euro al mese, tutti lo stesso stipendio. Non è che ci vorrebbe molto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Fantastic beasts and where to find them

  1. patriziavioli ha detto:

    Fantastica Alessia 🙂 E comunque mi chiedevo e quel “l’Alessia”, così milanese, da dove viene?
    Magari ti trasferisci quassù al nord? 🙂

  2. anonimosq ha detto:

    Beh, ci sarebbero stati i kibbutz, un tempo…!
    Fossi nato, che so, nel ’15 o nel ’20, raggiunta l’età della ragione, anche se non ebreo, un pensierino molto serio ce l’avrei fatto. C’era pure l’ideale, e le donne non mancavano, di quelle forti.
    In fondo, da friulano, lavorare da mulo non mi dispiace, basta che sia per tutti…

    Anonimo SQ

    • ellegio ha detto:

      pensavo che fossi veneto…

      • Anonimo SQ ha detto:

        Il sangue non è acqua…!
        In realtà sono un bizzarro mix di nonni: 1/4 Friuli, 1/4 Albania, 1/4 Venezia (ma lontanamente forse ebraica), 1/4 Venezia (ma forse alla lontana Napoli).
        Insomma, secondo il mio capo, un perfetto Levantino… col cognome friulano e nascita veneziana.

        Anonimo SQ

        • Ornella Antoniutti ha detto:

          In realtà siamo tutti dei meticci!!! Ah ah!!! L’importante è non avere qualche cromosoma dell’uomo di Neanderthal. Ma anche sì , in fondo, che ne sappiamo ?

  3. LaVostraProf ha detto:

    Un applauso all’Alessia…

  4. iomemestessa ha detto:

    E brava l’Alessia. In Italia, Marinaleda sarebbe impossibile. Dopo due giorni tutti a litigare…

  5. pensierini ha detto:

    Karl Marx le fa un baffo, all’Alessia! 🙂

  6. bianconerogrigio ha detto:

    Scusa, e lei per un taglio quanto vuole? Credo mica lo faccia per la comunità … 🙂

  7. Ornella Antoniutti ha detto:

    MI associo all’applauso: l’Alessia sì che c’ha le idee chiare!!!

I commenti sono chiusi.