Coniglio pasquale

Fatico a rientrare nella routine; oggi, se proprio dovessi sintetizzare, ho perso tempo. Non devo sintetizzare un bel niente, e quindi posso dilungarmi raccontando che mi sono svegliata poco dopo le sei, mi sono concessa un’ora al parco, in buona parte di corsa, ho tentato di convincere la figlia che il giusto numero di equazioni (anche fratte e letterali, perché no) è cosa buona e giusta, ho stirato, fatto la spesa, comprato un temperino e un pacco di fogli protocollo che qualcuno mi aveva chiesto. Ho controllato gli andirivieni dei piccoli sulla piattaforma digitale, inserendo qualche battuta sul forum e risposto a un messaggino dello Scontroso, col quale orami siamo perennemente in chat. Ahimè, siamo arrivati a quel momento tristissimo in cui ti rendi conto che al primo Giacobbo di passaggio potrebbero bastare attimi per mandare in fumo il tuo lavoro di anni.
Resisteremo.

Fatico a rientrare nella routine dopo tre giorni di fuga, a zonzo per l’Italia centrale senza meta. Fuori dal cilindro sono saltati, nell’ordine
– una strepitosa giornata di sole alle cascate delle Marmore, 1438 scalini secondo il minore dei minorenni, e alcuni arcobaleni spettacolari;
– una decina di chilometri di notte in macchina sotto la madre di tutti i temporali, senza sapere se avevamo preso la strada giusta;
– Urbino, oratorio di San Giovanni Battista in restauro con passeggiata sui ponteggi, e diversi Pieri della Francesca e Paoli Uccelli;
– una mattinata intensa al Museo del Balì, detto anche “il museo più bello che ho mai visto” (cioè più bello de la Cité, del Nemo di Amsterdam, del museo della scienza di Boston, detto “quello delle farfalle”, e del museo di storia naturale di NY, detto “quello dei dinosauri”)
A saperlo prima…

20140421_115205

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Coniglio pasquale

  1. melchisedec ha detto:

    Io ci avrei apposto una bella firma al tuo programma pasquale, anche la tempesta notturna.

  2. ellegio ha detto:

    E’ venuto bene, tanto più perché improvvisato 🙂

  3. Nuzk ha detto:

    Grazie per aver parlato del Museo del Balì. Ho dato un’occhiata al sito e sembra davvero bello. Nel caso passassi da lì mi fermerò senz’altro. 🙂 Buona giornata.

  4. ellegio ha detto:

    Grazie a te di essere passata di qua 🙂
    Il museo non è molto grande, io ci sono andata anche con una delle mie classi ed ho potuto approfittare anche dei laboratori, davvero ben fatti. Inoltre, il museo ha una particolare vocazione astronomica e l’estate so che è possibile fermarsi di sera per le osservazioni: se ti capitasse d’estate prova ad approfittarne perché anche solo vedere la Luna è sempre una grande emozione. Perfino se l’hai già vista e rivista…

  5. Ornella Antoniutti ha detto:

    E’ bello sapere che le cascate delle Marmore esistono ancora. Il Museo del Balì non lo conosco , ma ora mi informo.

I commenti sono chiusi.