Uno buono

Se arrivi in fondo alla strada c’è Giacomo che spazzola il cane. Il cane è una femmina nera avanti con l’età, con un corpo tozzo da matrona e il pelo che sta diventando opaco. Lui la spazzola, lì in mezzo al marciapiede, davanti al garage. Non lo so dove vive, ma su questo pezzo di cemento e bitume ci passa la vita, o perlomeno ci ha passato gli ultimi vent’anni, da quando ha smesso di fare il tassinaro e vive parcheggiando le automobili altrui. Su questo pezzo di asfalto ha litigato con la moglie, ha dato i suoi consigli paterni alla figlia, ha imprecato contro dio e gli uomini di cattiva volontà, si è tuffato in una separazione, e ora condivide con pazienza col cane nero giornate che non passano mai.

Se giri l’angolo c’è il negozio degli indiani, che non so di dove sono. Il ragazzino ormai scorrazza da solo, entra esce entra di nuovo. C’è nato, lì dentro: fino a qualche mese fa dietro la cassa c’era il lettino dove ha passato tutti i suoi giorni fin qui, estate e inverno, Natale compreso, tanto si sa che il Natale è roba nostra, mica degli indiani, e a Natale il negozio era aperto.

Ci sono i giorni buoni e quelli meno.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Uno buono

  1. roceresale ha detto:

    Bello (buono), questo spaccato.

  2. ornella ha detto:

    Eh, Roma è pure questo. Ogni tanto mi chiedo che ne è stato della vecchina che hanno sfrattato dai portici di Borgo Pio la notte prima della cerimonia di insediamento di papa Francesco.

    • ellegio ha detto:

      Se questa vecchina è famosa, mi è sfuggita. Ma di solito non è che le vecchine sfrattate dai loro angoli facciano una fine chissà che. Se è andata bene, sarà sotto altri portici.

  3. ilcomizietto ha detto:

    Oh! Bentornata! 🙂

  4. melchisedec ha detto:

    Per qualche giorno l’accesso al tuo blog mi era negato.
    Un quadro umano che dovrebbe aiutarci a fare meno focus su noi stessi, che ci sentiamo unici e migliori.

  5. Pingback: alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 02.03.14 | alcuni aneddoti dal mio futuro

I commenti sono chiusi.