viaggio premio (perché sì)

Dopo la GrandeGiornataDellaSimulazione – il giorno in cui perfino il Mago deve aver provato il gusto acidulo del dubbio(*) – il Calcolatore era sparito.

Era arrivato allegro, quel giorno.
Ah, sì?!? Posso usare la calcolatrice? Vabbe’, io non ce l’ho. Questa simulazione è proprio realistica, anche il vero giorno dell’Esame mi dimenticherò di portarla.
Il panino preparato dalla mamma, quello no. Quello c’è sempre.
Poi, dicevo, era sparito. Con la calcolatrice avuta in prestito quel giorno, tra l’altro.
Lì per lì non c’avevo fatto caso, il Calcolatore ultimamente è ondivago. E ogni tanto si dilegua. Poi ho chiesto, e sono stata gentilmente informata che era in viaggio.
Partito? Come, partito? E il compito di Filosofia? E l’interrogazione di Storia dell’Arte? E l’Esame? E il Destino dell’Universo? Il Governo Che Non Cade? L’Estate Che Non Arriva? Noi qui  e lui in viaggio?!?
– Lui e lei, vorrà dire.
– Ah.
Qualcuno, evidentemente all’oscuro come la sprovveduta prof, si intromette.
Lui e lei? SOLI?
Sguardi di invidia purissima da neo diciannovenne in cerca di amore. E non solo.

Quando è tornato era radioso (forse anche per la prospettiva di nuove ed altrettanto entusiasmanti partenze, per competizioni serie e diversamente eccitanti).
Era così radioso da accogliere con grandi sorrisi l’invito a rientrare nei ranghi e darsi da fare, ché ormai il tempo rimasto è davvero poco, e non basta essere il Calcolatore per arrivare ad una conclusione degna.
Ma, detto tra noi, a giudicare dalle foto dei due piccioncini in tenuta estiva che cazzeggiano accanto alla statua di Pessoa, non sono mica più tanto sicura di quale sia il miglior modo possibile di prepararsi all’esame.

(*) Forse il compito era un po’ difficile. Capita. Te ne rendi conto quando realizzi che il bravo, quello che in genere finisce abbondantemente prima del consentito, è ancora là che calcola integrali mentre tu pensavi che fosse fuori da un pezzo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a viaggio premio (perché sì)

  1. LaVostraProf ha detto:

    Già.
    🙂

  2. magari serve proprio fare il pieno di felicità… sai tu?

I commenti sono chiusi.