A cosa servono i social network

Oh, finalmente ho capito. Dopo una crisi lunga alcuni mesi, in cui cominciavo a chiedermi se anche io mi stessi lombardizzando (neologismo coniato di recente, ma riferibile ad un comportamento social assai diffuso da quel dì, quello che appena perdi le chiavi di casa ti fa a. andare a gugolare dove stanno le mie chiavi e b. chiedere ai tuoi faccialibroamici cosa posso fare ora che ho definitivamente preso atto che le chiavi sono irrimediabilmente sparite? – tanto non te lo legge nessuno, ché si sa che la gente legge al massimo tre parole di fila e poi si rompe), ho capito.

Non e’ vero che i social cosi fanno male. D’accordo, studiare davanti al piccì, o con l’icoso un mano, per esempio, fa tanto ggiovane, ma è un gran casino. E infatti guardali tutti i miei studenti, ogni tre secondi gli scappa il dito, ogni venti ti interrompono e si accavallano e gli viene da guardare almeno un video corto corto, ed è verissimo, ahimè, che stanno perdendo la capacità di restare concentrati e falliscono compiti anche semplici ma che richiedono tempi di esecuzione superiori al nanosecondo.

Però fa tanto bene all’umore.  Se sei incazzatissimo bastano pochi secondi e trovi un gruppo frequentato da tizi che manco morto ci prenderesti insieme un caffè, e subito puoi cominciare a litigare. Ti sfoghi, ecco. Oppure leggi e rileggi quel post su quel blog di quella che ce l’ha con le signore taccate che passeggiano col barboncino, e tu, che se la incontrassi in ascensore faresti finta di non conoscerla, rosichi da morire. Rosicare è il verbo, l’unico che rende. Rosicavi di tuo, ed è bello e sano trovare qualcos’altro che serva da distrattore. Viva la ggente che scrive post idioti, svolge un servizio socialmente utile e manco lo sa. O forse sì.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in iononsocomebloggo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

9 risposte a A cosa servono i social network

  1. Pingback: alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 15.04.13 | alcuni aneddoti dal mio futuro

  2. LaVostraProf ha detto:

    Ma ‘sta ggente poi ti trascina nel gorgo della fascia oraria delle Bermude…
    🙂

  3. laGattaGennara ha detto:

    Non ti lombardizzare, per favoreeeee

  4. pensierini ha detto:

    Mi associo: niente lumbard!

  5. mi associo anch’io, ma prova a porre lo stesso la domanda sul dove tu possa averle perse: su fb c’è gente che si fa i cazzi (si può dire cazzi? se no, scusa) degli altri con assoluta dedizione: capace che te le trovano!

  6. bianconerogrigio ha detto:

    Vedi a non inserire nelle chiavi l’app che tramite GPS ti fa ritrovare le cose smarrite … 🙂

  7. ellegio ha detto:

    In realtà le chiavi non le ho perse. Ora non facciamo che questa cosa mi porti sfiga, ma è da quando ero in quarta elementare che non perdo le chiavi di casa 🙂

I commenti sono chiusi.