buona fortuna, eh

Entro in classe e trovo una nota sul registro degna degli archivi di Studenti.it. La calligrafia è quella elegante e disperata di C, la nuova supplente di Arte. E vabbe’ che è la quarta  supplente dall’inizio dell’anno, ma questi giganti qui, diciassettenni affamati e ipercinetici, si dovrebbero decisamente dare una regolata.
RdV continua a giocare con l’i-pod, nonostante i continui richiami. LdM ha prodotto un peto scandaloso, e AT rifiuta di togliersi la maschera antigas. 
E’ un discorso che abbiamo già fatto e rifatto, sanno che è un rischio grosso e qualcuno quest’anno ci rimetterà di brutto, però, cristosanto, venire a scuola con la maschera antigas vuol dire cercarsele.
– Bella roba. A proposito, dov’è AT?
– Ah, non lo sa? Ha cambiato scuola. E’ andato al XXYY.

Oh. Era il mio liceo. Era il mio liceo una volta, poi si è trasferito in periferia e non ne ho saputo più nulla, solo ogni tanto il nome emerge dalla nebbia.
Era il mio liceo quando se dovevi andare al liceo ti iscrivevi alla scuola più vicina a casa, senza tante storie. O forse erano solo i miei, che non ci badavano. O forse ci badavano, e avevano un sacro orrore delle scuole bene, dove incontravi una gran quantità di teste di.

Full many a flow’r is born to blush unseen,
And waste its sweetness on the desert air.

La prima scuola dove ho insegnato, anche quella era una scuola di periferia – con un glorioso passato, d’accordo. C’era un grande cortile interno, con un campo da pallacanestro dove ovviamente si giocava a calcio. Ci ho messo un po’ a capire perché i ragazzi si toglievano le scarpe per giocare: quando di scarpe uno ne ha diverse paia certe cose non sono così ovvie.

Eravamo già in questo secolo qua, ma sembrano millenni.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a buona fortuna, eh

  1. lanoisette ha detto:

    mah, io comincio a pensare che andando alla scuola sotto casa si creassero molti meno problemi…

  2. LaVostraProf ha detto:

    Però, senti, uno che viene a scuola con la maschera antigas ha un che di geniale, no?
    😉

  3. laGattaGennara ha detto:

    io son lì, ferma al peto scandaloso.

  4. davvero. sembra un secolo fa…

I commenti sono chiusi.