ma anche no, eh

9 di sera, you have new mail. Urgente.

Gentile Prof.ssa,

sono XXX, rappresentante dei genitori degli alunni della classe YY. In qualità di rappresentante di classe, vorrei partecipare domani agli scrutini.

Grazie.


7 di mattina, il cellulare del marito comincia a squillare mentre lui è già nella doccia. Urgente? Nove volte su dieci sì. Glielo allungo, lo afferra con la mano gocciolante, me ne vado.

– Be’, chi era?
– Ma tu dimmi, la gente. Era uno che doveva entrare oggi.
– E allora?
– E allora è arrivato, ha trovato la porta chiusa. E invece di citofonare ha chiamato me.
– Te? Sì, cioè ho visto che ti ha chiamato. Ma come gli è venuto in mente di chiamare te?
– Per non disturbare il personale, ha detto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

8 risposte a ma anche no, eh

  1. bianconerogrigio ha detto:

    … Ha partecipato agli scrutini? 🙂

  2. pensierini ha detto:

    A disposizione! :-<

  3. laProfe ha detto:

    Non ho parole.

  4. lanoisette ha detto:

    spero tu abbia fatto la gnorri e poi gli abbia detto, al momento degli scrutini “mi scusi, ma non ho letto la sua mail…”

  5. 'povna ha detto:

    Io spero invece che tu le abbia risposto che, da regolamento, agli scrutini non può partecipare e che i Decreti Delegati sono una cosa seria, e proprio per questo prima di pretendere, giustamente, i propri diritti, i rappresentanti dei genitori farebbero bene a leggere, da cittadini, anche il regolamento dei loro doveri.
    Parola di una che i genitori li coinvolge moltissimo, da un lato; ma dall’altro sa perfettamente che quando si propone, nella riforma della scuola, di abolire i decreti delegati proprio tutto e tanto e solo torto non si ha.

  6. fantastici! certi personaggi sono davvero fantastici!

I commenti sono chiusi.