Il caffè della zia Tina

ziatina-1

Un giallo semidolce di GG

(illustrato dall’autrice)

Era una notte buia e tempestosa, quando l’Ispettore Magretti entrò nello studio della signora Tina Pollastrelli. Prima di entrare sentì un grido, a seguire un tonfo poi niente…poi un urlo e quindi tutto tacque.

La signora Pollastrelli giaceva in una pozza di sangue, con una tavoletta di cioccolata ficcata in gola. 

ziatina-2

L’Ispettore Magretti aveva un’altro mistero da risolvere !

ziatna-3

Con la pipa incollata alle labbra e gli occhiali calati sul viso di pietra l’investigatore si piegò per esaminare la ferita procurata da un’arma da fuoco sul torace della anziana vittima. 

ziatina-4

All’improvviso tutta la sua attenzione fu attirata da una caffettiera con del caffè ancora caldo e così capì che in quel luogo ci sarebbe tornato ancora.

L’arma del delitto venne ritrovata smontata in tre luoghi diversi: un vaso cinese, una tazza per la colazione e un secchio per i rifiuti organici.

Una ventina di minuti dopo, mentre Magretti ancora stava studiando la scena del crimine, ricevette una strana telefonata…

(continua)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il caffè della zia Tina

  1. giulionga ha detto:

    Come, come “continua”…io voglio sapere!!! ADESSO!!!! 🙂

  2. laProfe ha detto:

    Ma appunto! Come, continua??
    Continua quando?
    Lasciare stare i compiti e le lezioni e finire, pliiiiis!

I commenti sono chiusi.