e non sentirli

Intanto, ho spostato i compiti sul tavolo a fianco, così almeno non ce l’ho sotto il naso.

Poi, abbiamo preparato il tiramisù, e gli abbiamo trovato un bel posto nel frigo. Qualcuno ha infilato le mani intere in quello che restava della crema al mascarpone, ma non ero io. Io, lavavo le fruste. Ma ne ho approfittato per contrattare un po’ di pace per la cena che verrà.

– Proverai a mangiare anche le melanzane?

– …

– Dai, infilo tutto in questa cosa bellissima con i galletti dipinti.

– Non l’avevo mai vista.

– Regalo di matrimonio.

E ora, che ho fatto lo sforzo di cucinare due cose, speriamo che riesca a tornare per cena.

Nel frattempo – colpa di quel prete lì di cui tutti parlano-  sono andata a ripescare dalla pancia e dalle viscere della rete il processo per stupro, e, ancora prima, il massacro del Circeo. Quando si cominciava a sostenere che un atteggiamento provocante non può giustificare le violenze. Era più di trent’anni fa, eh, e stiamo ancora a dire le stesse cose.

Ora, meglio rimettersi a correggere compiti, almeno rientro un po’ nel mood da festeggiamento. Tanti auguri, se ce la fai a tornare. E anche se non ce la fai, certo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a e non sentirli

  1. LaVostraProf ha detto:

    Tanti auguri anche da me. Che l’anno nuovo porti qualche granello di sale in zucca a tanta gente. E che tutti mangino in pace le melanzane 🙂
    Vado a correggere i quaderni, va’…

    • ellegio ha detto:

      Grazie degli auguri. Alla fine chi doveva mangiarle non le ha mangiate, e chi non doveva ha provato ad assaggiarle. Boh, secondo me erano buone 🙂

  2. bianconerogrigio ha detto:

    Per motivi canori mi sono sorbito il sermone della messa della notte di natale al paesello. Il celebrante ha tranquillamente detto ai fedeli che tutti i maschi del paese erano dotati di accessori ramificati che spuntavano dalla fronte e che le signore erano di costumi non certo difficili. Sconvolto mi guardavo in giro: dai fedeli nemmeno una piega … mangiamo le melanzane dai, che è quasi ora delle lenticchie. 🙂

    • ellegio ha detto:

      Secondo me non ha sentito nessuno. Come i figli, quando io parto con una delle mie tirate mammesche e loro disinseriscono la connessione.

I commenti sono chiusi.