Cose che ho imparato senza averne voglia

Intanto, quanto costa cremare/inumare/tumulare. Tumulare in alto, tumulare in basso, tumulare a mezza via.
E tutti i dettagli dell’organizzazione di una cerimonia che si rispetti, che ora ci possiamo risparmiare.
Roba che non mi bastano sei mesi di stipendio (quando toccherà a me, per piacere, fateci una bella festa, va’).

Poi che dentro gli ospedali pubblici della regione le imprese private hanno il loro privato ufficio – e mentre ancora stai cercando di capire cosa succede ti trovi uno davanti con la penna in mano
– Firmi qui

Poi che questa cosa in realtà la sanno tutti, ci sono denunce/processi/interrogazioni/inchieste.

Ma è un po’ come se uno passando  la notte del 21 luglio 2001 davanti alla Diaz avesse pensato di chiamare la polizia.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Cose che ho imparato senza averne voglia

  1. bianconerogrigio ha detto:

    Si imparano molte cose, cose che vorresti non sapere. Senti cose che già sapevi e che vorresti dimenticare. Poi, quando ti tocca, con il tempo lasci il dolore, imprecando, e tieni quanto di più caro c’è stato.

  2. LaVostraProf ha detto:

    Ho sempre trovato crudele certi passaggi “cerimoniali” che costringono a patire ancora più del dovuto. Non so, sto leggendo libri di fantascienza, può darsi che veda le cose deformate.
    In ogni modo, abbracci a tutti voi.

  3. 'povna ha detto:

    Un grande abbraccio anche da parte mia: il quotidiano è molto concreto, e fa male, anche e più in momenti in cui vorresti che non facesse così tanto attrito. Anche noi ne abbiamo dovuto avere un triste ripasso la settimana scorsa, mentre ero al nord. E, beh. Abbracci e basta.

  4. pensierini ha detto:

    Non basta il dolore, si aggiunge anche la rabbia. Un abbraccio sincero anche da me.

  5. ildiariodimurasaki ha detto:

    Pigliano la gente di sorpresa, in un momento in cui è stordita… una buona soluzione è una convenzione con ONLUS tipo Misericordia, Humanitas che hanno prezzi molto più rispettabili.
    Per il resto, non c’è che da aspettare.
    Un abbraccio 😦

  6. Aliceland ha detto:

    Un abbraccio anche da parte mia

  7. giulionga ha detto:

    Un abbraccio, LGO.

  8. Anonimo SQ ha detto:

    Oh, mio Dio !

    Un abbraccio anche da me, LGO.

    Anonimo SQ

I commenti sono chiusi.