domani è un altro giorno

Ho chiuso la scuola insieme alla mitica A, che la mattina ti saluta ciao professore’ e la sera ti toglie la sedia da sotto le chiappe professore’ ma te nun ce ll’hai ‘ na casa?
Ora che ci penso, anche ieri ho chiuso la scuola con la mitica A.
Domani devo solo passare a riconsegnare un po’ di carte, e poi fino a lunedì non ho nulla da fare, e non sono mica abituata a non avere come retropensiero oddio devo finire questo e fare quello.

Quindi penso che domani mi alzerò alle 7, andrò un po’ a correre, poi a fare la spesa, e poi a scuola per le carte, e poi volevo passare in libreria, poi al colloquio con le prof di inglese delle ragazze, e poi i bagagli per la famiglia che va una settimana al mare, e poi ci sarebbe il terrazzo da pulire, e potrei cominciare a ridare una verniciatina al tavolo che sta fuori, e poi tagliarmi i capelli, e poi rimettere in ordine lo studio…no,  questo non si può, ci ho messo anni a fare tutto questo casino, e poi allora potrei finire il libro, e magari cominciare quello che mi sono fatta mandare sull’arcobaleno, che c’ho un buco dopo Teodorico da Friburgo e poi …

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in iononsocomebloggo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

4 risposte a domani è un altro giorno

  1. 'povna ha detto:

    Anche io ho chiuso la scuola insieme alla custode Linda tutto l’anno! Ma sappi che il terrazzo te lo invidio un casino.

  2. ellegio ha detto:

    Eh. Anche io me lo invidio, ma quest’anno ci ho messo piede solo la sera del compleanno di GG 😦

  3. bianconerogrigio ha detto:

    … e dici di non aver nulla da fare 🙂

I commenti sono chiusi.