Voi romani

Dice voi romani, che casino per quel poco di neve. Ed è vero, eh.

Ma noi romani, però, non esistiamo. Cioè un po’ sì, ma Roma è grande, sono decine e decine di paesotti. Basta allontanarsi pochi chilometri e uno si dimentica che la mattina esce di casa col sole e al lavoro piove,  ed è sempre la stessa città. Certi piccoli che conosco io sono stati sol naso schiacciato contro i vetri nella speranza di vedere almeno un fiocco, ad altri è rimasta mezza famiglia intrappolata a dieci chilometri da casa sotto la madre di tutte le bufere.  Sì, insomma, si fa per dire.

Ti avvicini e vedi certi particolari, ti allontani e scompaiono, e tutto si fa indistinto e non ci sono più le persone e le loro storie. Guadagni la visione d’insieme, se sai interpretarla. Come la Grecia, che vista da qui è fuoco e fiamme, e un piede nel baratro. Se poi vuoi saperne di più magari parli con qualcuno, e ripiombi nella storia personale e privata del tuo interlocutore, che ti spiega il mondo bello se c’era tanto zucchero nel caffè di stamattina, o brutto, se ha litigato con la morosa mentre si faceva la barba.

Per dire.

Questo è bello, ma a me manca il pic nic sul prato.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Voi romani

  1. bianconerogrigio ha detto:

    Ti manca il prato o quello che c’è sopra ? 🙂

  2. laGattaGennara ha detto:

    mi sono applicata e forse ho capito. anche se al 10 alla nove ho cominciato ad avere un mancamento

  3. 'povna ha detto:

    Nella piccola città, nella notte tra venerdì e sabato, si è tristemente rotto lo scudo stellare che ci aveva protetto finora. Sono caduti ben 15 fiocchi di neve.

  4. Castagna ha detto:

    Ti dirò, visto alle 06.30 del mattino tende a far tornare su il caffè, o anche a farti dire: ah, va beh, allora se oggi caccio una balla alla commercialista e invece di andare da lei vado alla Bottega Verde non può essere così grave…

    Seriamente: una delle cose che più apprezzo nel buddhismo è che per la sua idea dell’universo il nostro è solo uno di infiniti mondi e tempi. Mi pare molto più realistico di tutto un casino montato per un singolo serpente e una singola mela.

    Buona giornata (qua -14, ma siamo abbastanza abituati)

    • ellegio ha detto:

      Guarda, secondo me ne basta anche uno solo. Anche se ammetto che l’idea di infiniti universi non mi dispiace affatto. Infiniti mondi direi che quasi ci siamo, e non è neanche così interessante 🙂
      Buona giornata anche a te, anche se ormai vale per la prossima e qui a -14 altro che grondaie. Già vengono giù i cornicioni dei palazzi e siamo solo a -2, figurati…

  5. LaVostraProf ha detto:

    Io il “questo” non riesco a vederlo 😦
    Qui siamo arrivati a meno 15,5 e non ci siamo molto abituati (la mia caldaia, tanto per dire, alle tre di notte si è messa a sputare fuoco, a far bollenti i caloriferi, e no nc’era verso di spegnerla…)

  6. musicamauro ha detto:

    Lo so che non c’entra niente, ma puoi sempre cancellarmi (non saresti la prima!) 😉

  7. ellegio ha detto:

    In effetti non c’entra niente davvero 🙂 Ma perchè cancellarti? Me la ricordo bene 😉

I commenti sono chiusi.