porta bene

Alla fine, quando scopri che lo fanno in molti, è anche tranquillizzante. Voglio dire, quelle piccole manie, i minuscoli segni del destino che interpreti scaramaticamente, le targhe divisibili per nove, camminare al centro delle mattonelle stando ben attenti a non pestare le fughe, l’anno bisestile, il compleanno di domenica. Di sabato però sarebbe meglio. L’unica domenica di neve dell’anno, però, non so bene come come interpretarla, se poi diventa del trentennio brancolo nel buio.

Svegliarsi per ultimi quello no, non è buon segno, quella è certezza: che la giornata filerà liscia srotolandosi morbidamente come un nastro di seta. E infatti mi sono svegliata per prima.

Però siamo arrivati fin qui, e l’ultimo pacco di zucchero del supermercato ora è a metà, un po’ nell’impasto, un po’ nella crema, un po’ nelle pance dei bambini che aspettavano di leccare i cucchiai. Magari nel duemiladodici imparerò a fare anch’io qualche dolce. Magari anche no, in fondo posso sempre continuare a mangiare quelli che fa lui, aspettando che la neve si sciolga.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a porta bene

  1. il Benza ha detto:

    Beh i dolci sono roba difficile, io non ci provo neanche. Devo dire però che la mania delle fughe ce l’ho al contrario: io cammino pestandole e devono finire esattamente al centro del piede, un passo ogni due mattonelle, uno ogni tre, dipende dalla dimensione.

  2. 'povna ha detto:

    Numero 1: ho capito bene? Tanti auguri?!

    Numero 2: ricetta, ricetta!

    Numero 3: OT: bello il tuo noce con la neve!

    • ellegio ha detto:

      Sì, sì, hai capito bene 🙂 Grazie degli auguri!
      Per la ricetta, posso al limite pensare all’unico dolce che faccio io. Quello di ieri è roba del marito, che è assai più bravo e più paziente.

  3. lagattaGennara ha detto:

    buono il sapore di questa domenica. buon quel che vuoi, buon 5 febbraio.

  4. pensierini ha detto:

    E’ davvero il tuo compleanno? Trenta-mila auguri!

  5. melchisedec ha detto:

    Le mattonelle di vetro… mai calpestate! Manie, piccole.
    Mi sembra però che oggi per te sia accaduto qualcosa di straordinario. Auguri, qualunque cosa sia!

  6. bianconerogrigio ha detto:

    Ci sono riuscito io a fare i frollini e i brutti-buoni. Vuoi non riuscirci tu? 🙂 🙂 Buon tutto.

  7. erinni ha detto:

    auguri sì, anche se in ritardo!! (e spero bene che non sian 30, con tutti i figli preadolescenti che hai! minimo ne hai come me, se no, mi incazzo)
    se vuoi, un dolce for dummies te lo mando io!!

I commenti sono chiusi.