Non si finisce mai d’imparare

Vabbe’, ormai s’è capito, no?, che sono una così.

Il sospetto ce l’ho anche per gli altri, ma per me è diventata certezza: il multitasking è solo il vestito bello del fankazzismo (n, m, k, doppie: siamo lì, eh?)

Quindi, mentre si preannuncia una ventina lacrime&sangue, in cui ogni giorno ci sarà una riunione da prof + una da mamma + un pacco di compiti da correggere e/o uno da preparare + certe cose di casa che non possono più aspettare, io divergo.

Ora comincio ad essere ossessionata dalle infografiche. Oh, io non ne posso più di ragazzini che il massimo della creatività è il pauerpoint tutto fitto fitto.

Però parto da zero.
Si accettano consigli.
Così so come riempire le mie notti fino all’alba della vigilia di Natale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Non si finisce mai d’imparare

  1. 'povna ha detto:

    non so che consigliarti, però se mi spieghi son contenta!

  2. lanoisette ha detto:

    anche io non ho mica cpaito tanto bene…

  3. ellegio ha detto:

    Niente. Perdo tempo cercando di imparare come si fanno queste cose qui.
    Come questa.
    O questa.

  4. laProfe ha detto:

    E’ dai tempi dell’Atlante di Gaia che mi domando come e in che modo. Posso soltanto dirti questo: che mia figlia sta cominciando a lavorare anche su quelle cose, usando inDesign (e Photoshop in seconda battuta). Se hai tempo tre anni, magari quando si laureerà (se si laureerà) ti mando qualche dritta ;-). Poi secondo me, per quel bellissimo primo link, ci vorrebbe una tavoletta grafica (sul sito della Wacom (http://www.tavolettegrafiche.com/) io ne ho comprata una buona a poco, perché era una di quelle usate nelle fiere in dimostrazione. E poi, se ti capita, un bel carattere inventato da te 😀
    Ah, dici che la questione è un’altra? Dici che il problema non è tecnico ma creativo?
    Eh. vabbe’, a quello ci pensiamo con calma 🙂

    • ellegio ha detto:

      No, no, il problema vero è il tempo.
      Cioè: il problema vero è che penso che mi divertirei molto di più se non dovessi correggere compiti e potessi fare coi virgulti certe cosette che sarebbero più divertenti anche per loro. Magari ho sbagliato lavoro 🙂
      E comunque è anche tecnico il problema, certo. La tavoletta grafica magari ci penso per Natale (dici che se la maschero da regalo per qualche figlio/a me la cavo?) (e soprattutto, dici che quest’anno ce l’avremo la tredicesima?). Ma la figlia non si potrebbe laureare prima?
      Uff.

      • laProfe ha detto:

        E hai ragione! Il tempo, mannaggia…
        Io sto “perdendo tempo” a preparare un librino di lezioni a parte, semplificate, differenziate, illustrate, e ora anche con le parole chiave tradotte in arabo e cinese. Non mi viene da dirlo di solito, ma stavolta sì: una figata. Solo che mi vanno via le ore, così, le ore, e non posso permettermelo. Aspetto le vacanze di Natale per poterlo fare con calma.
        Quanto alla tavoletta grafica, non usa che Santa Lucia porti qualche dono anche alla mamma? 😉 Io ce l’ho e non la mollo (la uso per preparare un giochino geografico, che quando l’ho finito, te lo mando eh? Per la figliola delle medie 🙂

I commenti sono chiusi.