che poi uno pensa

che se c'è un vantaggio a essere un paese di analfabeti scientifici sarà almeno che quando si parla di scienza ci sono meno rumori di fondo, no?
No.
Insomma.
Ieri sul Giornale c'era una autointervista di Zichichi (per carità, alto livello: Superman, Dio e i dadi, i picosecondi e l'avevo detto io).
Oggi Repubblica incarica Odifreddi di un bel post (e lui nei commenti dice 'mbe se me lo chiedono io lo faccio e ci scrivo quello che viene, no?)
(*)

Meglio i miei studenti, allora.
– Prof, mio padre ha detto che questa è davvero una colossale stronzata.
– Prof, io non ci ho mai creduto.
– Prof, se una cosa è materia la massa ce la deve avere per forza.
– Prof, ma dopotutto a che servono i neutrini?

Ok, se voglio andare al cinema mi devo dare una mossa, e preparare la cena per la truppa più veloce della luce.
Ops, del neutrino.

(*) Mi verrebbe voglia di continuare.
Per esempio giornali che intervistano come esperti fisici della materia mentre magari due porte sotto, o magari al piano di sopra, ci sono fior di esperti di neutrini

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

9 risposte a che poi uno pensa

  1. LaVostraProf ha detto:

    Zichichi e Odifreddi?
    Ossignùr!

  2. utente anonimo ha detto:

    già, a che servono i neutrini, se poi vanno così veloci?

  3. vnnvvvn ha detto:

    Ci facessero i treni dei pendolari coi neutrini!

  4. utente anonimo ha detto:

    A proposito ma com'è che se il dato sarà confermato allora un proiettile potrebbe colpire il bersaglio prima che venga sparato? Questa cosa mi sta un po inquietando, ma succede adesso che l'hanno scoperto o sarebbe potuto succedere comunque? Mah!
    sicampeggia

  5. anto561 ha detto:

    Una mia coillega fisica dice che i suoi amici "particellar" ogni volta che Zichichi se ne esce con qualcosa si fregano le mani perchè si riescono a far buone pubblicazioni dimostrando le cazzate che ha detto …

    Comunque:

    1.sui neutrini ci sono molte cose che non tornano, non solo questa (conteggi, flussi misurati, ne manca sempre almeno metà, diciamo che sono un po' pestiferi, va');
    2. sono anche fermamente convito che, come ha già detto qualcuno ('povna, aiuto!!), "ci sono più cose in cielo ed in terra di quante…". Le cose che vediamo, sono solo una piccola parte.

    Anonimo SQ

  6. povna ha detto:

    beh, che dire? oggi ero, è il caso di dirlo, nel centro del dibattito insieme all'amico vicino. e, non saranno Zichichi e Odifreddi, ma certo fermento ce ne era, e parecchio, tra i capoccioni dell'LHC… 

  7. LGO ha detto:

    @Anto561: confermo che i neutrini sono pestiferi assai 🙂 e che le cose che vediamo sono solo una piccola parte.
    Su Zichichi, no comment.

    @Sicampeggia: I proiettili colpiranno i bersagli come al solito, almeno per un po' 🙂
    E' stato trovato un risultato sperimentale inaspettato e il gruppo che l'ha trovato ha chiamato, diciamo, la comunità scientifica a raccolta per ulteriori verifiche, come è corretto fare in situazioni del genere. Se i neutrini fanno qualcosa di strano (tipo si infilano in un'altra dimensione viaggiando da lì a qui, o nel tunnel della Gelmini) direi che lo farebbero comunque. Per il momento, direi che stiamo tranquilli. La Terra continua a girare, i neutrini continuano a trapassarci, e i gps funzionano ancora.

  8. lameringa ha detto:

    Mio marito dice che si sapeva già. Ognuno c'ha le sue opinioni. A far ricerca da tavolo son tutti bravi!
    P.S. Non lo chiudere il blog. Tienilo da parte, foss'anche come un vestito vecchio. Spesso ritornano di moda. Baci

  9. LGO ha detto:

    Eh, sì, credo proprio anch'io che si sapesse già. Il giorno stesso della pubblicazione del preprint c'erano già i lavori teorici che lo discutevano 🙂
    (I vestiti vecchi tornano sempre di moda 🙂 Magari se li mette qualcun altro)

I commenti sono chiusi.