– 4

Se penso a Vonnegut mi viene in mente questo amico altissimo che avevo all'Università, con fratelli anche loro molto alti e una casa incasinata come tutti quelli che vivono un po' qua e un po' là. Lui era vonnegut-addicted, mi ha prestato Ghiaccio 9, e di lì è cominciato il vonnegut-periodo.
Poi mentre io facevo il dottorato qui lui è andato al Fermilab, e ovviamente non è più tornato.
L'ho intravisto quest'estate alla caffetteria. No, niente ciao come stai e cosa ci fai qui e cosa fai adesso e ti ricordi Marco e hai notizie di questo e quello. Non lo so perché, ma ho lasciato che uscisse dal mio campo visivo e la conversazione immaginaria con lui si sciogliesse nell'acciottolio dei piatti sporchi sul nastro.

Tra quattro giorni si comincia davvero, anche se quest'anno i preliminari sono parecchio più impegnativi del previsto. Bisogna pensare qualcosa.
Cinque classi nuove non sono uno scherzo, e il primo giorno è importante. A parte la prima, le altre sono classi già formate, gruppi più o meno solidi di persone che da uno, due, tre o anche quattro anni passano insieme buona parte della giornata. Si conoscono e quando tu entri ti dedicano, i primi cinque minuti, tutta la loro attenzione.
Te li devi giocare bene, se vuoi che ti seguano anche i successivi cinque minuti, e poi ancora altri cinque e via via mesi interi.
Così, vagolavo per la rete e ho letto questo.
Allora che faccio, comincio il nuovo anno col grafico di Cenerentola?
 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a – 4

  1. giulionga ha detto:

    …il grafico è bellissimo, l'infinito alla fine è proprio commovente!

  2. RobertoilGrigio ha detto:

    Spero che la realtà non sia così. . Buon anno.

  3. RobertoilGrigio ha detto:

    Splinder si è mangiata l'immagine. Puoi vederla qui

  4. LGO ha detto:

    Giulia: però chissà se un adolescente apprezza…Che dici?

    Grigio: be' però alla fine sempre a infinito arriva 🙂

  5. povna ha detto:

    non vorrei dire, ma da Calvino a Propp (anche senza voler passare per Greimas) sono almeno 20 anni che noi di lettere possiamo, volendo (e talvolta vogliamo) iniziare (e continuare) l'anno così…! 😉

  6. LGO ha detto:

    Voi siete avanti 🙂
    Finora, l'unica insegnante di lettere che non ho visto impallidire davanti a un grafico è mia madre 😉

  7. povna ha detto:

    aggiungine pure due…

I commenti sono chiusi.