neanche i guanti

L’ho incontrato che aveva vent’anni e il suo primo contratto.
E allora come te la passi? Raccontami.
– Lo stipendio è buono, e l’orario anche. Devo stare parecchio lontano da casa, ma abito con altri due ragazzi  e dividiamo le spese.
– Ma ti hanno assunto?
– No, non scherziamo. Sto qui sei mesi, poi si vedrà. Dipende da quanto saremo avanti col lavoro.
– E che ti fanno fare?
– Stiamo al deposito di rifiuti radioattivi.
– E che palle!
– Sì, infatti.  Ogni tanto ci penso, ma non trovavo nient’altro e con gli studi che ho fatto mi hanno chiamato. Hanno chiamato anche Marco e Stefano, sa? Solo che Marco è riuscito a fare il cretino anche al colloquio, e per ora non l’hanno preso.
– E vi hanno subito mandato qui?
– Questo c’era da fare. Ho pensato che per un po’ lo faccio, poi cerco qualcos’altro. Mi servono i soldi per andarmene.
– Almeno stai attento?
– Io sì, certo. Ma pensi che ci sono certi che non si mettono neanche i guanti.
– Cristo.
– Un giorno ce la siamo vista brutta. Sa, c’è un po’ di tutto, molti bidoni non hanno neanche i documenti d’accompagno, non si capisce che roba c’è e da dove viene. Questo ragazzo con cui lavoro si è ferito a una gamba e per un po’ ha strippato. Ma sono tutti un po’ cazzoni, c’è il capo che se vede che il dosimetro segna troppo ti dice di togliertelo, altrimenti devi saltare  il turno e ti deve rimandare a casa. Poi ci sono pure i giorni che ti mandano a casa davvero, e non ti puoi neanche fare la doccia perché in paese manca l’acqua.

 
 
Il decommissioning delle centrali italiane è ancora in corso. Prendiamo quella nel mio cortile (ne avremmo dovute avere due, dato che sia a nord che a sud di  Roma ci sono siti adatti – non sismici, col mare vicino, etc.etc).
La centrale di Latina, entrata in funzione nel '63, è stata fermata nell' 87, dopo il referendum. Stanno ancora smontando le condotte superiori del circuito primario dell'impianto, e sono passati ventiquattro anni. Il combustibile è stato mandato in Inghilterra per il riprocessamento, poi tornerà in Italia e … e ci sarebbe bisogno di un deposito definitivo ma chissà. Stesso discorso per le altre centrali, e per gli impianti italiani di ricerca sul combustibile. 
Siamo ancora in alto mare.
Sarebbe ora di riprendere la rotta.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

7 risposte a neanche i guanti

  1. LaVostraProf ha detto:

    Terribile racconto
    (ma io non vedo nulla nel bianco sotto, anche se mi si apre una finestrella con scritto "scarica questo video"; c'è un video?)

  2. utente anonimo ha detto:

    Grazie per la testimonianza, cose del genere mi aspettavo che accadessero, ora però ne ho la conferma. Alla faccia della sicurezza del nucleare.
    sicampeggia

  3. povna ha detto:

    Un viatico terribile per il voto di domani. Che faccia riflettere (e fare una passeggiata fino al seggio) chi passa di qui… 

    ps. molto OT, ma giugno è arrivato, e sarà il caso di pensare al famoso raduno?! aspetta che mo' chiamiamo Viv…

  4. vnnvvvn ha detto:

    Tu con un post così te ne esci il 10 alle 18.43?
    Ho voglia di picchiarti!
    Questo dovevi dire al cretino che c'era da me!

    OT: la Povna non mi ha chiamata ma sono arrivata lo stesso… facci sapere se sei di esame o di corso (in caso, dove?) e se volete io mi metto in moto…

  5. lanoisette ha detto:

    e fossero solo le scorie, il problema…

  6. LGO ha detto:

    @Prof: era solo spazio bianco vuoto, l'ho tolto.

    @SiCampeggia: la sicurezza si fa coi soldi…

    @'Povna e Viv: la prossima settimana scrutini e collegio. Sto cercando di vedere se riesco a non fare gli esami, nel qual caso dovrei partire a luglio tre settimane per il corso. Voi che pensavate?

    @Noisette: eh, no, magari fosse solo quello.

  7. povna ha detto:

    Ci siamo… sshhh…

I commenti sono chiusi.