Festa della Repubblica

Ah, sì? E' festa?
Ecco perché sono tutti qui che saltellano mentre cerco di lavorare.
C'è uno basso coi calzoni corti verdi e il mantello di Zorro, per esempio.
– Mamma, L può fare i compiti travestita così giochiamo?
-…
– Mamma, allora?
– Non so se riesce a fare due cose contemporaneamente.

– Mamma, ho cambiato idea, non la voglio più.
– E perché?
– Perché si è messa la gonna da principessa ma ha tutta la pancia di fuori, io non voglio una principessa con la pancia di fuori!

In effetti, ci manca la tenuta estiva.

Ma non è che qualche anima pia se le prende e li porta via?
(No, è che mi sento tremendamente in colpa a lasciarli pascolare allo stato brado. E il prossimo che parla dei professori fannulloni me lo mangio a mozzichi. Giuro di non lasciare neanche un brandello di vestito)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Festa della Repubblica

  1. LaVostraProf ha detto:

    e questa cosa continua anche quando hanno il travestimento da metallaro anziché quello da Zorro…

    (però io, sì, te li prenderei volentieri qualche oretta: tu lavori in pace e io mi diverto. Ora vado a ritirar fuori il vestito da principessa con la pancia coperta)

  2. povna ha detto:

    partire per scuola alle 7 (cioè: per una volta grazie al cielo tardi) del mattino e ritornare a casa propria alle 10 della mattina successiva; sapere di avere 12 ore esatte prima che la vita ti si incasini per uno spazio-tempo infiniti un'altra volta. e cercare di concentrare in quelle 12 ore tutto, tutto, tutto… sapendo già che la partita è persa, e resterai, a notte fonda, con il consueto milione di cose da fare…

  3. LGO ha detto:

    @MiaProf: grazie (ah, sì, certo: talvolta quando non sono allo stato brado suonano!)

    @'Povna: imprese disperate

  4. RobertoilGrigio ha detto:

    Se mi presento per ricoprire il ruolo del sergente Garcia? 

  5. utente anonimo ha detto:

    Anche io ho lavorato buona parte della giornata, e dovrei lavorare ancora, ma tragicamente mia madre m'ha passato l'ultimo Vargas e stasera credo proprio che leggerò.

  6. utente anonimo ha detto:

    …ah già, ma tanto si capisce chi sono no?

  7. LaVostraProf ha detto:

    Oh, utente anonim*, tu mi informi che esiste "Il sogno del Celta" e mi rendi felice (perché esiste) e infelice (perché non ce l'ho) (ancora).
    Grazie

  8. LGO ha detto:

    @Grigio: ce l'hai i baffi? Allora sei il benvenuto

    @Anonimo: da cosa si capisce? Castagna?

    @Prof  & Anonimo: io ho un King molto buio e pieno di topi ma cerco di resistere . Sono eroica, vero? Ditemi che sono eroica.
    (Ho fatto or ora le medie della quarta. Siamo a sette col debito, un quarto della classe )

  9. utente anonimo ha detto:

    mio marito oggi: beh, si, dai, effettivamente oggi il bambino ha pianto tutto il giorno, PERò TU OGGI ERI A CASA.
    E le tre classi di verifiche da correggre? e le restanti due verifiche da preparare? Io su oggi contavo per IPERLAVORARE.

  10. LGO ha detto:

    Oddio, che ricordi orrendi
    In effetti, non so se è meglio quando sono piccoli e piangono o quando sono più grandicelli e urlano

    Oggi in effetti era a casa anche il marito, e lui ha iperlavorato. Io ho corretto trenta compiti, preparato le ultime verifiche per il recupero del recupero del recupero  e mi si incrociano gli occhi.
    Coraggio, che tra pochi giorni è finita.
    Poi gli scrutini, il collegio, e…gli esami di maturità

I commenti sono chiusi.