vacanze

Ho impacchettato le verifiche da correggere, registrato gli impegni per la prossima settimana, promesso a Mattia che domani gli scannerizzo i capitoli che mi ha chiesto, e sono uscita.
Mi sono ritrovata in una libreria senza sapere come. Stavo elencando le cose da fare in questi giorni di vacanza (disfare l'albero di natale, cercare dove ho nascosto i sandali, mettere in rete n cose sparse, cambiare vita. Cose così) e mi sono trovata davanti pile di libri: qualcosa vorrà dire. Quindi ho comprato un romanzo che volevo leggere da tempo immemore, ho fatto la spesa e sono arrivata a casa. Mi sono addormentata e non so nemmeno quando è successo. Anche questo qualcosa vorrà dire.
Allora sono andata a prendere i bambini a scuola e li ho portati a mangiare il gelato e arrampicarsi sugli alberi.
Il nano voleva assolutamente la coppetta dei gormiti.
Io gli ho imposto  un cono gelato artigianale.
Si è rassegnato davanti a una montagna di stracciatella e cioccolato, mentre raccontava che ieri alla fattoria ha scoperto che una mucca fa trenta bottiglie di latte al giorno.
Ha aperto la sua sacchetta dell'asilo e tirato fuori una roba.
– Ora andiamo a casa e ti faccio una tisana.
– Coooosa?
– Guarda mamma, è facile. Fai scaldare l'acqua e ci metto dentro queste foglioline. E poi ce la beviamo.
Certe volte non so dove vivo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a vacanze

  1. povna ha detto:

    curiosità da lettrice insana: quale libro, quale libro?
    qui di vacanze non si parla fino a venerdì. oggi scuola, poi tesi nell'altro mondo e ritorno alle 23 circa nella piccola città.
    domani libri di lettura a scuola, neverland di settembre e cena genetliaca con la mamma.
    venerdì scuola e interviste storiche, e poi, finalmente (e se siamo ancora vivi) arrivano le vacanze anche per la 'povna, che se ne parte al nord… (con un po' di libri!)

  2. lanoisette ha detto:

    ma cosa spacciano all'asilo di tuo figlio?

  3. benzinagricola ha detto:

    Beh, lì bisogna vedere che foglie sono, insomma, potrebbero anche essere quelle giuste e allora… ciò detto: L'ALBERO DI NATALE?!?!?!?!?!?

  4. LaVostraProf ha detto:

    Sono contenta di aver già messo via il Presepe, quest'anno 🙂

    (no, dico: controlla le foglioline, eh, prima dell'infuso. E poi, davvero, confermo la richiesta della 'Povna: butti lì che hai visto pile di libri e ne hai comprato uno che da tmepo immemore, e non dici quale?)

  5. vnnvvvn ha detto:

    Guai a te se dici il titolo del libro alla Povna! lei lancia gli indovinelli da lei!:-P

    Lancia un indovinello disseminando indizi… cioè fino a domani alle 13… perchè poi vado in vacanza fino a luned' anch'io 😛

  6. LGO ha detto:

    Viv, ti adoro
    Primo indizio: il titolo è di una sola parola
    Secondo: La fascetta recita "Un romanzo profetico – Un libro di culto"
    (non avete idea di quanti romanzi profetici&libri di culto insieme si trovano con google 🙂 )
    Terzo indizio: Mi è tornato in mente perché recentemente l'ho visto elencato su uno dei mei blog preferiti – che non è nella lista a fianco 🙂

  7. povna ha detto:

    la cosa che viene in mente più velocemente è ovviamente 1984, però immagino di essere fuori strada…

  8. LGO ha detto:

    Infatti non è 1984.
    Però hai indovinato l'anno di pubblicazione!

  9. povna ha detto:

    nel senso di 1949 (che è l'anno di pubblicazione – mentre la scrittura è il '48 – di 1984) o nel senso di 1984?!

I commenti sono chiusi.