L’eterno dilemma

Mi arriva una mail.
Carissimi,
vi inoltro l'invito a partecipare alla presentazione del libro della signora TalDeiTali
Firmato
(no, non lo scrivo).

In allegato c'è un fax
Oggetto: Richiesta aula teatro
in cui si chiede l'autorizzazione a usare il teatro della scuola per la presentazione del libro della signora TalDeiTali.

Rispondo facendo la scema
Carissimi,
non capisco se si tratta di un invito per la presentazione oppure di un invito ad approvare l'uso del teatro. In questo caso, essendo mercoledì ed essendo la presentazione lunedì prossimo, mi sa che non si fa più in tempo.

Ri-risposta
No no, è un invito alla presentazione.

Non è importante, mi dico. Chissene.
Ho un sacco di cose più divertenti da fare oggi che passare per la solita scassaballe.
Mi viene il mal di pancia, quando faccio la scassaballe.
Ma io non lo sopporto più. E' davvero quello che mi logora sopra ogni altra cosa: il pensiero che non sappiamo fare nulla (nulla, nulla) senza cercare scorciatoie, chiedere favori e segnare sul libricino chi dobbiamo ringraziare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.