ed il culo sui colli

Questa di insegnare la geografia progettando un viaggio non è mica un'idea malvagia.
Certo, bisognerebbe darsi un po' da fare per spiegare come si lavora in gruppo, ché mica basta dire tu, tu tu mettetevi lì, ai bambini di undici anni.
Ma poco male, qualcosa fanno lo stesso. Litigando per chi deve comandare, frignando perché c'è sempre quello a cui appioppano il lavoro sporco, ma pazienza.

Così, da qualche giorno qui c’è grande agitazione per il viaggio in Emilia Romagna.
E' cominciato tutto il giorno in cui un ululato si è levato dal corridoio
Devo cercare tuuuuuuttti i monumenti dell'Emilia!
Abbiamo cercato di contenere i danni, limitandoci ad una bella pedalata lungo la via Emilia.
Poi siamo passati alle cartine, e lì è stato facile.
Quindi siamo arrivati alla programmazione delle attività, giorno per giorno.
Io, che staziono in pianta stabile a fianco della stampante di casa, ho assistito passivamente.
Abbiamo detto che i genitori non devono intervenire, no?
Alla fine, l’agenda era completa.
De Chirico a Reggio Emilia.
Ma tu lo sai chi era De Chirico?
– Mica lo devo sapere!

Mercanteinfiera a Parma.
– Da quando ti interessa l’antiquariato?
– ?!?

BilBolBul
.
Wow! Dai, questa è fica. Insomma, va bene anche per i bambini.
– Il prof dice che dobbiamo far finta di avere vent’anni.
– Ah!

Alla fine, l’ultimo giorno.
Beauty farm? BEAUTY FAARM? Ma che è ‘sta roba? Ma da dove è saltata fuori la beauty farm??
– Massaggi per rilassarsi, no?

 
Questa qui non è figlia mia.
Ridatemi la mia bambina.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a ed il culo sui colli

  1. utente anonimo ha detto:

    Sospiro con te (e ho sempre ringraziato dio per non avermi dato una femmina preadolescenzoiale, che mi basta mia nipote).

    Mammamsterdam

  2. desian ha detto:

    ma io scherzavo quando dicevo che la società italiana si è beautyfarmizzata.
    invece vuoi dirmi che sta accadendo davvero? Ora?!

  3. pensierinikata ha detto:

    "Brisa par criticher" (non per criticare), ma a Parma ci sono da visitare il Battistero dell'Antelami, il Duomo e S. Giovanni con la cupola del Correggio, la Camera di S. Paolo, sempre affrescata dal Correggio, la chiesa della Steccata con affreschi del Parmigianino, quadri assortiti, da Leonardo al Parmigianino nella Galleria Nazionale, e, nei dintorni, affreschi del Parmigianino nella Rocca di Fontanellato, il castello di Torrechaira, etc etc. ALTRO CHE MERCANTEINFIERA! 🙂

  4. RobertoilGrigio ha detto:

    … e ringrazia che non c'è in programma una visita  all'osteria del nostro cantastorie 

  5. LGO ha detto:

    @musicamauro: già!

    @Mammam: stavolta me la sono cavata confrontando i prezzi. Mezz'ora di massaggio costa almeno dieci Topolini formato maxi  🙂

    @Desian: a volte mi capita di pensare che io, in realtà, della società non so nulla. Le vite degli altri devono essere molto diverse dalla mia.

    @Pensierini: ma infatti! Qualche indicazione didattica bisognava darla, imho. Google è una fogna, per i bambini (anche per molti grandi, in realtà).

    @Grigio: secondo te le osterie esistono ancora da qualche parte?

  6. povna ha detto:

    lo dico un po' a battuta pierina, però guardate che non è che passare un'ora in una beauty farm significhi desiderare di uccidere il prossimo, eh? i delitti della vita sono altri, e non c'è niente di male a desiderare, ogni tanto, qualche lieve scemenza diffusa!

  7. LGO ha detto:

    SiCampeggia: cerrrto che mi interessa. Purtroppo, l'accorpamento alla fine non si farà, il che vorrà dire -oltre allo spreco di soldi- anche il rischio che i referendum non raggiungano il quorum.
    Devo avere un po' di tempo, ma volevo parlarne, in particolare quello sul nucleare (non perché sia più importante, ma forse ne so qualcosa di più).

    'Povna: Non voglio demonizzare le beauty farm 🙂 Non sono in cima alla lista dei miei desideri – manco in fondo, a dire il vero. Solo, mi pare assurdo che possano invece essere nella lista dei desideri di una undicenne.
    E dato che conosco l'undicenne in questione, le cose sono due. O sta facendo suoi desideri che sono altrui, per integrarsi nel gruppo, oppure ha messo lì una cosa per compiacere l'insegnante, cosa che spesso capita. In ogni caso so che spontaneamente mia figlia, quando ha voglia di scemenze, non penserebbe mai a una beauty farm.

  8. lanoisette ha detto:

    ma sai che, da prof di lettere, questa cosa della ricerca sulla città/regione/nazione immaginando un viaggio non ha mai convinta? no nlo so, forse perché lo facevano fare anche a me e mi ricordo solenni scopiazzature di cui poi restava ben poco (appunto, DeChirico, chi era costui?)

  9. utente anonimo ha detto:

    E la piadina?

    (le beautyfarm dell'emiliaromagna sono state create per smaltire le calorie da piadina)

    ciao extramamma

  10. utente anonimo ha detto:

    Grazie per l'adesione LGO e aspetto la tua opinione sul nucleare, è ora di iniziarci a preparare, a presto ciao

I commenti sono chiusi.