sempre domande

GG ha otto anni, ed è una persona piccola da prendere sempre con le molle.
Fa un sacco di domande, come tutte le persone piccole.
Tommaso mi ha detto che B. invita a cena le minorenni.
Ecco.
Io mi sto ponendo seriamente il problema di come introdurre nel mondo la figlia più grande facendo a meno della tv, e il mondo mi sguscia dentro casa mordicchiando la più piccola.
Sì, pare proprio che sia così.
– Tu dici che B. non ti piace, ma io non capisco cosa c'è di male a invitare le minorenni.

Infatti, non c'è nulla di male a invitare i minorenni a cena.
No, GG, non è quello il problema. Il problema è che le invita per fare sesso.
GG è una figliola istruita, da anni conosce queste storie dello spermatozoo e dell'ovetto, e sa come si fanno i bambini. Cos'altro sa, esattamente, io non lo so.
Per dire, è riuscita a tenermi nascosto per tre anni un fidanzato dell'ultimo anno di asilo.
Abbiamo già parlato un po' del sesso, abbiamo cercato di spiegare, un po'. Senza insistere.
Ma GG stavolta non ha capito. Quando non capisce fa una faccetta distratta, si vede che cerca le domande giuste.
GG, io penso che il sesso non sia bello tra due persone quando una è molto vecchia e l'altra molto giovane.
Poi mi è venuta un po' di nausea, a pensare alle bambine.
E poi lui le paga per stare con lui, e anche questo a me non piace. Pensare che i soldi ti permettano di fare tutto quello che vuoi.

E' finita così, per ora.
E non è che io mi voglia sottrarre alle spiegazioni, o che voglia evitare a tutti i costi che i miei figli si sporchino di fango. Però mi fa rabbia.
E c'è di peggio, lo so, ma anche l'idea che crescano associando il piacere e il sesso a questo schifo di violenza e sopraffazione mi dispiace.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a sempre domande

  1. utente anonimo ha detto:

    I bambini intelligenti ci fanno impazzire con le loro domande perché ci setiamo il sacro fuoco di rispondergli, rispondergli in modo comprensibile per la loro età, nn nascondergli niente ma poi tocca scegliere sui dettagli da evitare per non confonderli o turbarli inutilmente senza far torto a tutte le altre codizioni.

    Guarda, non dirmi niente, sarà il periodo, già c'erano due post di M di MS e Lorenza di milano e Lorenza, poi ci ho aggiunto uno mio sul transgender, poi arrivi tu, magari è la congiunzione astrale, comunque pure da oi B suscita domande e ptemi. Sarà il segno dei tempi.

    Mammamsterdam

  2. utente anonimo ha detto:

    Le domande le hanno fatte anche a me le mie figlie. Ho cercato di rispondere in maniera onesta, cercando di enfatizzare anche l'aspetto menzognero del signor B e domenica credo che le porterò in piazza.

    Cmq la rabbia ce l'ho grande anch'io per lo schifo di esempio che ci dà e anche per i risultati che ha già prodotto da anni con le sue tv, per non parlare del resto…vabbè mi fermo

    extramamma 

  3. benzinagricola ha detto:

    Praticamente il Berlusca con la sua condotta riesce a rendere difficili persino i rapporti tra le madri e le figlie: tutto ciò ha qualcosa di geniale.

  4. LGO ha detto:

    @Mammam: loro fanno le domande, ma lui focalizza l'attenzione. A noi andavano bene anche le domande sulla vita, l'universo e tutto quanto, no?

    @Extra: no, non ti fermare. E domenica li porto anch'io.

    @Benzina: Mmmmm…

  5. utente anonimo ha detto:

    Bah … non vorrei fare la parte della cinica tra di noi ma io di violenza e sopraffazione non ne vedo poi granchè. Vedo piuttosto un sistema di valori in cui qualsiasi cosa diventa merce di scambio, bellezza per ottenere favori e denaro per ottenere sesso. Chi non ha danaro non può ottenere niente ma anche chi non ha bellezza o non ha quella bellezza lì è tagliata fuori. E di tutti gli altri valori ci si fa delle gran pippe, non servono a granchè visto la posta in palio (cariche pubbliche, ministeri, sottosegretariati sono solo quelle più evidenti, immagino non si fermi lì, right?).

    E' questo che dobbiamo far notare alle nostre figlie ed è contro questo che dobbiamo ricominciare a lottare.

    La violenza e la sopraffazione ci sono pure ma ad un livello più profondo a cui le squinzie in questione non arrivano nemmeno di traverso. E non ci arriva – purtroppo – nemmeno mia nipote e questo mi fa proprio tanto dispiacere.

    Del resto non so se avete visto il servizio iniziale da Santoro ieri sera, dove la giornalista chiedeva ad una tizia se lei avrebbe voluto che le sue figlie andassero alle famose feste. E la tizia rispose "se ci vogliono andare perchè no???" …

    It's a long way ….. 😦

    /graz

  6. lanoisette ha detto:

    credo sia difficile, per un bambino di quell'età, pensare al sesso nel modo in cui ci pensiamo noi (e per fortuna, direi).
    e io credo che la cosa su cui forse bisognerebbe puntare è far capire che, come dice graz, i soldi non possono comprare tutto, soprattutto non la "compagnia" di altre persone (ecco, prova a chiedere a tua figlia se starebbe in banco con il compagno più antipatico della classe, se lui la pagasse…)

    poi, eh, io non ho figli e non so cosa farei (e ti dirò che questo momenti storico no ninvoglia molto a farne, di figli)

I commenti sono chiusi.