L’oca eco

–    L, senti un po’. Tu lo sai  che vuol dire ecologia?
–    Vuol dire studiare un bioma.
–    E un bioma, cos’è ?
–    E’ un pezzo di biosfera, di terra, acqua, aria e animali. E uomini. Come quando la maestra in prima e seconda ci portava allo stagno, e davamo da mangiare ai rospi, e la lombrica femmina mi ha partorito in mano.
–    E se ti chiedessero quali sono i comportamenti giusti per non rovinare l’ambiente in cui viviamo?
–    Non usare le bombolette
sprait perché bucano l’aria, non buttare la plastica nel cassonetto grigio, non inquinare…
–    Allora sai che facciamo? Ci facciamo un gioco dell’oca ecologico, dove vince chi si comporta in modo più sostenibile.

E così, ecco qui l’eco oca. L’oca eco.  Insomma, il  gioco dell’oca. Che già di per sé è un gioco che si fa con niente, non inquina e ci si diverte.

Istruzioni
Casella 3: E’ una bella giornata di sole e te ne vai a zonzo in bici. Bravo, non appesti l’aria di schifezze. Però dopo puzzi un po’. Fila alla casella numero 6 e goditi la primavera.
Casella 7: Con questo caldo il termosifone acceso?? Ma sei proprio matto! Per punizione, torna alla casella numero 2 e fai quaranta saltelli su un piede solo.  Se proprio hai freddo, vedrai che ti scaldi!
Casella 9: Il gelato è una merenda fantastica. Lo fanno in tutti i gusti +1, scivola via lasciando code appiccicose sul grembiule di scuola. Peccato che la mamma dopo aver comprato la gelatiera l’ha nascosta chissà dove.  Comunque, ti porta dritto alla casella 11.
Casella 11. Dipende. Qui abbiamo delle belle albicocche. Se è estate, tutto bene. Altrimenti, se è dicembre, fa un freddo becco, e tu ti fai portare le albicocche dalla Californa o dal Sud Africa a dorso di mulo, sei davvero un assurdo sprecone viziato. Per punizione, resti fermo un giro. Aspetti che arrivi l’estate, e ti chiudi in casa a schiattare di caldo per preparare quarantotto vasetti di marmellata di albicocche.
Casella 14: Ancora in giro in automobile?? Nononono, non ci siamo proprio! Parcheggia immediatamente e vai a prendere la metropolitana! Questo scherzetto ti costa un giro di pausa. Del resto, col traffico che c’è, saresti stato fermo lo stesso…ma soffocando per lo smog.
Casella 22: X qst sms ssltmnt inutile, trn ndtr ll cslla 13. E la prossima volta, prima di mandare un sms al tuo compagno di banco mentre la maestra spiega le divisioni, pensaci tre volte.
Casella 25: Wow! Ti sei ricordato di buttare le bottiglie di plastica nel cassonetto della plastica il  giovedì. Triplo wow!  Se ti ricordi anche di portare domani le batterie usate nel cassonetto verdolino, puoi correre alla casella 30!

Casella 31: Ciccio imbratta i monumenti con la bomboletta sprait. Se sai spiegare almeno tre buone ragioni per cui questo non va fatto, puoi andare avanti fino alla casella 36.
Casella 35: Pluto, il cane del vicino, esce di casa la mattina alle 7 e fa la cacca ai piedi dell’alberello striminzito che sta davanti al portone. Anche se non è colpa tua, vivere sullo stesso pianeta ci costringe a pagare gli errori di tutti. Mi dispiace, ma devi stare fermo un giro.

   

   

   

Arrivo: Il premio? Ah, non c’ho pensato. Un bel bacio della mamma va bene?
No, eh?!?

(Questo post, se non è troppo in ritardo, vorrebbe partecipare al blogstorming)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a L’oca eco

  1. lanoisette ha detto:

    ASSOLUTAMENTE FAN TA STI CO!!!

  2. benzinagricola ha detto:

    Mi accodo a Noiosette: tutto ciò è fantastico.

    Tutto, tranne il blogstorming, che io credevo fosse qualcosa che si scrivono robe a caso una dietro l’altra e alla fine vince quello che ha sproloquiato meglio – e lì avrei vinto di sicuro io eh.

    Mannaggia.

    Sempre serietà, mai delirio.

  3. utente anonimo ha detto:

    Che meraviglia!
    Non vedo l’ora che il Vikingo sia grande abbastanza per poterci giocare. O forse, quasi quasi, ne faccio una versione semplificata per un quattrenne! 

  4. utente anonimo ha detto:

    Ho dimenticato di firmarmi.
    Sono Serena di genitoricrescono. 
    E ovviamente non è mai troppo tardi per partecipare al blogstorming 😉

  5. RobertoilGrigio ha detto:

    Se non la brevetti la propongo ai nipoti … 

  6. emilystar ha detto:

    ma è stupefacente!!!!!

  7. LaVostraProf ha detto:

    Uau! 🙂

    Se lo vedono i miei figli mi rinnegano come madre…

  8. utente anonimo ha detto:

    Ti prego! Diventiamo colleghe!!! I disegni tra l’altro sono stupendi
    Un anno per Educazione ambientale un bel libro proponeva "la festa ecologica": farsi venire idee per festeggiare senza inquinare.
    Siamo partiti da festa all’aperto, niente piatti nemmeno di carta, oppure al massimo di pasta di mais biodegradabili, e arrivati fino al cibo servito sulle foglie e ai bicchieri di ghiaccio che si sciolgono dopo l’uso.
    Mi sono divertita come una pazza. 
     

    Castagna

  9. LGO ha detto:

    @Noisette: 😀

    @Benzina: questo blogstorming invece non fa vincere nulla 🙂
    altrimenti, certo, avresti vinto senz’altro tu 😉

    @Serena: l’idea era proprio che ciascuno si può divertire a fare quella che gli piace di più 😉
    Qui per esempio si sono divertiti molto di più a prepararla che a giocarci.

    @Grigio: è tua!

    @Emily: bè, insomma…addirittura?!

    @NostraProf: mica vorrai giudicarmi una buona madre solo da questo? Sarebbe un grosso errore 😉

    @Castagna: quasi quasi…;-)
    Dovrei abbandonare i miei ragazzi grandi, però 😦

  10. valengel ha detto:

    ma è bellissimo!! e l’idea è davvero geniale!! grande!!

  11. biancax ha detto:

    Ma posso copiarla di sana pianta, oppure c’è il copyright?
    (invidia, invidia, invidia)

  12. lerinni ha detto:

    bellissimo!!

  13. LGO ha detto:

    @valengel & erinni: 😀

    @bianca: secondo me la piccoletta, se le dai un po’ di cartoncino e le forbici, tira fuori una meraviglia 😉

I commenti sono chiusi.