Ohi ohi c’è la crisi

Ora, se l’ho sentito io che sono il signor nessuno, immagino che lo sappia anche qualcun altro.
Che quando a l’Aquila si sentivano scosse su scosse, prima del sei aprile dell’anno scorso, qualcuno cercava di contattare i nostri meravigliosi esperti della protezione civile.
Ma essi erano impegnati in opere faraoniche in quel della Maddalena, per via del grande raduno dei capi del mondo, e rispondevano picche.
Poi è stato quel che è stato.
La Maddalena invece è  ancora lì. Un po’ di soldi li abbiamo buttati a mare.
Un po’ sembra che li abbiamo regalati alla Mercegaglia, che è una signora e ne ha un gran bisogno.
Ah, però ci si faranno le gare di vela.
Grandi eventi. Roba da protezione civile, insomma. E’ per le gare di vela che la protezione civile ha bisogno delle leggi speciali, no?

Un’altra roba che molti sanno, ma non tutti, è che circa un mesetto fa, giusto a un passetto dalle vacanze di Natale, il ministero dell’ istruzione non più pubblica ha mandato una circolare alle scuole dando indicazioni sul programma annuale, che è una cosa che ha a che vedere col bilancio. Dicendo Care scuole, vi devo dei soldi? Avete anticipato qualcosa di tasca vostra negli anni passati? Oh, bè, pazienza. Non avrete più nulla. Ah: se non vi do la carta igienica, non serve neanche far le pulizie. Quindi se avete un contratto con una ditta esterna, potete ridurre del 25%. Grazie. Magari vi potete ingegnare, e un giorno su quattro lasciare i cessi zozzi.

Ecco, ora posso andare a letto tranquilla.
Domani a scuola ho poche ore. La pipì la posso trattenere facilmente.
Ma vuoi mettere la soddisfazione di vedere in tv nani e ballerine che se la divertono coi soldi miei?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Ohi ohi c’è la crisi

  1. utente anonimo ha detto:

    Neanche la soddisfazione di concordare e darti ragione. Perhé tutto questo mi fa schifo, perché giorni fa mi sonoresa conto che la PC c’è soprattutto per i grandi eventi e le grandi opere, e che noi ce ne possiamo tranquillamente andare al diavolo sotto le maree di fango, gli incendi nei boschi e i terremoti. che i funerali li pagano i familiari e si liberano un po’di psoti di lavoro.

    mammamsterdam

  2. utente anonimo ha detto:

    Ma avete notato che nessuno  (almeno in tv) ha parlato di quella "porcata" che è stata fatta alla Maddalena? e dei guadagni che ci ha fatto su la signora Marcegaglia?…e che nessuno (tranne gli addetti ai lavori!) parla del baratro in cui è precipitata la scuola? (vedi "porcata" dell’apprendistato a 15 anni, vedi tagli alle pulizie, vedi un’ora di storia e geografia nei programmi dei nuovi licei)….Ecco, io sarei giunta alla frutta!
    Elena

I commenti sono chiusi.