A casa

Ecco, sì, siamo tornati.
Siamo arrivati di sera, salendo le scale sbuffando perché l’ascensore era ancora rotto, e continuando a scommettere su Babbo Natale.
Il ciccione in effetti è passato mentre eravamo via, anche se GG, previdente, aveva lasciato i suoi pacchetti per i fratelli, così, giusto per non lasciare nessuno a bocca asciutta.
Saggia fanciulla.
Però poi verso mezzanotte si aggirava ancora per la casa
Mamma, nel buio ho paura di Scrooge.
– Ma dai, ormai Natale è passato, tornatene a dormire.
– Ma ho male al petto.
– Che stupidaggini.

E così ci ha vomitato sul letto.
E poi avevo l’ultima parte di Battle Royale da finire di leggere, e non sono riuscita a dormire io.
Che libro tremendo.
Bello? Non lo so.
Improbabile, violento, scarno, ripetitivo, ossessivo e affascinante.

Insomma, siamo di nuovo a casa.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a A casa

  1. valengel ha detto:

    insomma, bentornati!

I commenti sono chiusi.