Bufofilia

GG ieri sera era eccitata per via dei rospi.
Sì, perchè la sorella maggiore, idolo sconsacrato, tre anni fa andava allo stagno, quello che sta nel giardino della scuola. E raccontava entusiasta le avventure dei rospi, e le dimensioni, e i colori, e le caratteristiche, e come mangiano e cosa fanno tutto il santo giorno una famiglia di rospetti costretti a vivere sotto lo sguardo invadente dei ragazzini di una scuola elementare, manco fossero al grande fratello.
Insomma, ieri GG raccontava a tutti che il rospo si chiama bufo bufo.
GG- E lo sai come si riconosce il maschio dalla femmina?
L – La femmina sta sotto e il rospo sopra.
GG – Ma quello solo quando si accoppiano. Gli altri giorni, si riconosce perché è più grande, mentre il maschio è piccolo e ha un dito nero.
L – Ma come fanno a riprodursi?
GG – Prima c’è solo l’ovetto nero. Poi diventa una specie di vermetto…
L – Ma questo lo so! Io volevo proprio sapere: perché il rospo si mette sulla schiena della rospa? Come fa ad arrivare al punto X della rospa, se lui sta là sopra ed è così piccolo? Dovrebbe mettersi davanti!

(qui)

L vaga per la casa contorcendosi.
–  Mamma, cos’è questa cosa che ho qui sotto l’ascella?
–  Questa bollicina piccolissima?
–  Sì, sì, questa.
–  Non so. Una bollicina.
–  Non potrebbe essere un pelo che sta per uscire?
–  Ma no, dai. Perché un pelo? No, non può essere già un pelo.
–  Uffa. In classe mia tutte le femmine hanno i peli.
–  E tu che ne sai?
(domanda idiota da madre idiota)
–  Ieri in giardino BimbaBassina ha chiamato: "tutte le femmine che hanno i peli vengano qui!". Siamo  rimaste solo io  e LaPiccola.

Mai pelo fu più desiderato. E più temuto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Bufofilia

  1. LaVostraProf ha detto:

    Sesso, droga e rock ‘n’ roll? Di già? 😛

  2. ziacris ha detto:

    aiuto!!!!!!!

  3. RobertoilGrigio ha detto:

     Per quanto riguarda i bufi tutto sulle spalle delle femmine, eh  … e per quanto riguarda L non avevi ancora messo in conto il costo dell’estetista, o sì?

  4. lanoisette ha detto:

    ma che classe fa la pischella?

  5. emilystar ha detto:

    aghhhhhhhhh l’invidia del pelo nn l’avevo ancora sentita!

  6. emilystar ha detto:

    scusa, messaggio personale: ho visto che milady ha messo il blog in privato, così, di punto in bianco, immagino che sia stata scoperta da qualche mamma di alunno…tu sai come si fa a chiederle di far parte dei suoi lettori?

  7. utente anonimo ha detto:

    mio fratello uguale. Io piena di peli che manco l’orso bruno marsicano e nessuna comprensione in famiglia, lui che per anni si è sognato il torace villoso. Io gi consigliavo il toupet di mamma, ma non apprezzava.

  8. benzinagricola ha detto:

    Uh, sì, io a scuola mi sentivo traumatizzato, per ‘sta cosa che tutti avevano i peli e io no. In effetti di peli continuo ad averne pochi anche adesso. Ma la mia scarsità pelosa oggi è motivo di vanto. Meno male che non mi sono cresciuti i peli sulla schiena tipo scimma. Eh. Mi sento vicino a tua figlia.

  9. LGO ha detto:

    @laProf: magari ci accontentiamo di sesso e rock’n’roll, per ora 😉

    @ziaCris: bé…cresce!

    @Grigio: anche per quanto riguarda gli umani, tutto sulle spalle delle femmine :PP
    (però sull’estetista spero che riprenda da mammà 🙂 io non ci sono mai andata, finora 😉 )

    @Noisette: la quinta elementare. Tra poco te la ritrovi in classe 😉

    @Emily: non so: vedo che le bambine -mica solo le mie- da anni scrutano e studiano le ragazze più grandi, per esempio in piscina. Pensavo che fosse un desiderio comune tra le ragazzine 😉

    @? :  :-DD  Però io a scuola ce l’avevo un compagno di classe col toupet. Sulle spalle 🙂

    @Benzina: Anche noi di peli non ne abbiamo molti. Magari anche le figlie ringrazieranno, tra un po’ 😉

I commenti sono chiusi.