Niente titolo

F. sta con E.
Lei è bionda, esotica e ride sempre. Lui è cupo e ostenta sul banco una copia sgualcita della Storia della pornografia.
Non si guardano mai.

M stava con L, ma lei l’ha lasciato. Lui è irrequieto, non riesce  a stare fermo e fa il buffone. Lei non ha il coraggio di girarsi, e siede rigida finché non riesce a rifugiarsi nel circolo delle amiche del cuore.

Quando G entra in classe, con due caschi sotto il braccio, L lo precede di qualche passo, seria e leggera. Lei si siede davanti a lui, e lui per ore le contempla il collo, le spalle, le orecchie piccolissime.

Oggi erano assenti tutti e due.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Niente titolo

  1. LaVostraProf ha detto:

    Speriamo non abbiano fatto malestri e abbiano passato una bella mattina 🙂

    (quante storie, eh?)

  2. utente anonimo ha detto:

    Proprio ieri sera due adolescenti si baciavano con gioia e passione nel cortile di casa mia incuranti di tutto e pensavo di fare un post sulla bellezza degli innamoramenti adolescenziali, che hanno poi anche il risvolto depressivo quando finiscono.
    Sono proprio affascinanti, gli adolescenti.
    Beato chi ha conservato un posto nella sua anima per la propria parte bambina e adolescente, un posto, dico, non quello del capo…
    Giorgio.

  3. ultimoappello ha detto:

    Ecco: ammè invece a scuola non mi si filava nessuno e il problema dell’ostentazione non si poneva, e nemmeno quello della rigidità.

  4. RobertoilGrigio ha detto:

     36 maschi 36, in classe alle superiori. Ho recuperato dopo :-)))

  5. utente anonimo ha detto:

    Senti ma la Storia della pornografia non potevi sequestrarla?
    Magari c’era qualche bello spunto per un due-tre post antropologici alla Eva Cantarella…

  6. lanoisette ha detto:

    oh, non è ancora primavera! 😛

  7. solita ha detto:

    avranno mangiato qualcosa che gli ha fatto male

  8. Thumper ha detto:

    Non ti verrà mica in mente di mandare un SMS ai rispettivi genitori, vero? 

  9. cautelosa ha detto:

    Quando l’amore chiama, la scuola può attendere…

I commenti sono chiusi.