scrutini

Giugno: Nella Grande Scuola si stanno per concludere gli scrutini, e si cercano di programmare le attività di recupero per tutti quelli che avranno da recuperare le materie insufficienti a settembre. La MejoProf (ed è davvero brava, credeteammè) propone di usare la piattaforma e-learning della scuola per organizzare dei corsi di recupero onlain – della serie, se lo dobbiamo fare almeno che serva a qualcosa: voglio dire che se devo spolverare la libreria, almeno posso approfittarne per mettere in ordine i libri, ciascuno dritto nella sua bella copertina, i gialli con i gialli e i russi dell’ottocento insieme ai russi dell’ottocento, e magari mi viene voglia di rileggere le vergini suicide anche se non è né giallo né russo…- (ecco, mi sto calmando un pochetto).
Uno sparuto gruppo di prof si mette a preparare il materiale per i corsi, senza neanche sapere se lo pagheranno o no. Qualcuno alla fine si fa un mazzo tanto per tutto giugno e anche un bel po’ di luglio, e il corso parte, e tutti i ragazzi diciamo delle prime che devono recuperare fisica si iscrivono. E il prof (la prof) che tiene il corso, prima di partire per le vacanze manda una mail ai colleghi, spiegando com’è strutturato il corso, cosa ha fatto o come,  e allegando la prova scritta per gli esami di settembre. Sì perché lui il prof (cioè lei) nel frattempo andrà in un’altra scuola.

Brunella e Biondina sono nella stessa classe. Brunella è una giovane volpe, bella e sveglia, e ovviamente non c’ha voglia di fare un cavolo. Cioè, a parte raccogliere maschi in formato ridotto (avete presente, no? quanto è alto un maschio di quattordici anni) che cominciano a sbavucchiare. Biondina … vabbè. Biondina però d’estate si fa un gran culo sul corso onlain, fa tutti gli esercizi, consegna tutte le prove, e il giorno prima dell’esame manda una mail alla sua prof chiedendole come mai invece della prova scritta nelle seconde classi il giorno prima hanno fatto un orale. La prof la rassicura: comunque, che non si preoccupi, dato che tutto sommato s’è data da fare e ha recuperato abbastanza.

La prof viene richiamata nella sua vecchia scuola per gli scrutini, e chiede ai colleghi come sono andati gli esami dei suoi ex studenti, magari può dare una mano per correggere gli scritti, no? Ah, no, niente problema, orale per tutti. La prof non sta a questionare sul fatto che la decisione di fare uno scritto era stata presa a livello collegiale dal dipartimento, ormai con un piede fuori dalla scuola che vuoi dire più?
Si legge i verbali: tutti hanno preso sei. Tutti. Quelli così così e quelli proprio raso terra. Anche Biondina. Brunella no, lei ha preso sette. L’argomento che le hanno chiesto è l’unico che ha studiato durante l’anno.

La prof sta per tornare a scuola a fare gli scrutini, e sta per chiedere al consiglio di classe di mettere otto a Biondina. Ma la povera Biondina… insomma non scherziamo…diciamo che forse di meriterebbe qualcosa più del sei…un otto addirittura??
La prof deve decidere in fretta, manca poco.
Ci penserà strada facendo, intanto si è un po’ sfogata.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a scrutini

  1. LaVostraProf ha detto:

    Meglio Le vergini suicide.

  2. utente anonimo ha detto:

    La Grande Scuola è veramente un archetipo in senso junghiano, come La Grande Madre o il Vecchio Saggio.
    In quanto tale è incasinatissimo e districarvisi è faticosissimo.
    Altrochè fare lo psicologo…
    Giorgio.

  3. utente anonimo ha detto:

    Brunella è una giovane volpe, bella e sveglia, e ovviamente non c’ha voglia di fare un cavolo.

    A parte “giovane” e “bella”, sono io. :))

  4. LGO ha detto:

    @laNostraProf: eh, sì, molto meglio. Soprattutto viste le reazioni. Ah, ma se alziamo il voto sminuiamo il lavoro dei colleghi. Il lavoro dei colleghiiii????

    @Giorgio: l’archetipo in senso junghiano, non me ne volere, ma non sono sicura di avere gli strumenti per seguirti. Ma per essere un casino è un casino!

    @Thumper: argh! Comunque, a me Brunella piaceva davvero, anche se mi ricorda troppo una delle mie figlie. Vabbè, per questa volta t’è andata bene 😛

  5. loscorfano ha detto:

    Siamo lì. Nel senso che mi racconti cose che sto vivendo anch’io. Anche se, ieri, il nostro Biondino che non ha fatto una mazza per tutto l’anno e poi per tutta l’estate, è stato bocciato.

  6. SilviaSacchetti ha detto:

    “Brunella è una giovane volpe, bella e sveglia, e ovviamente non c’ha voglia di fare un cavolo.”

    Io però non ho capito l'”ovviamente”.
    Aahahhaha!

  7. utente anonimo ha detto:

    Sei meglio de “La classe” che hanno premiato a Cannes, tu cosa vorresti? Un premio al “Sundance film festival” organizzato dal vecchio, ma sempre fascinoso Robert Redford?
    Si, sono un po’ fissata in questi giorni con i nonni sexy…
    ciao extramamma

  8. LGO ha detto:

    @scorfano: due bocciati perché non si sono presentati agli esami. Cioè, uno è arrivato dicendo che non voleva farli perché non aveva studiato, e tutti a dirgli ma no, che fai, PROVA!! Per fortuna se n’è andato lo stesso.

    @Silvia: Hai ragione. E’ ovvio solo in quella scuola lì, con rare eccezioni…

    @Extramamma: bè certo se i tuoi nonnini sono tutti così 🙂

  9. utente anonimo ha detto:

    invece le prove dei miei allievi nella vecchia scuola le ho fatte io, e sono stata molto felice di dare un bell’otto a chi aveva studiato, e di bocciare, nell’unanime consenso del CdC, chi non aveva fatto niente durante l’anno… (a parte alcune eccezioni, di cui ha pure parlato un certo desian…) tutto sommato è stato un inizio settembre quasi positivo!

  10. utente anonimo ha detto:

    a me non è invece andata malaccio.
    sono riuscita a dare un bell’otto a un ragazzo che se lo meritava davvero, e a bocciarne qualcuno (non tutti, purtroppo) di quelli che non avevano fatto un piffero durante tutto l’anno, e nemmeno d’estate!

I commenti sono chiusi.